menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
070240_dematteo

070240_dematteo

Uccise amante della moglie negli anni 90: fatta luce su omicidio

Maddaloni - Ieri, nell'ambito di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica diNapoli - Direzione Distrettuale Antimafia, i Carabinieri del Nucleo Investigativo delComando Provinciale di Caserta hanno dato esecuzione a una ordinanza di...

Ieri, nell'ambito di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica diNapoli - Direzione Distrettuale Antimafia, i Carabinieri del Nucleo Investigativo delComando Provinciale di Caserta hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodiacautelare in carcere, emessa dal G.l.P. presso il Tribunale di Napoli, nei confronti di DeMatteo Angelo per i delitti di omicidio volontario, di porto e detenzione illegale di armi dafuoco, aggravati dalla finalità di agevolare le attività del sodalizio criminale diappartenenza. Il provvedimento restrittivo costituisce l'epilogo di una indagine attraverso la quale è statopossibile acquisire gravi e concordanti elementi di colpevolezza a carico del indagato inmerito a un omicidio commesso in Maddaloni alla fine degli anni 90.Le risultanze investigative hanno permesso di ricostruire l'intera vicenda delittuosa, sianelle modalità esecutive sia nelle motivazioni che ne sono all'origine, da ricondurre a unarelazione sentimentale intrattenuta dalla vittima con la moglie del De Matteo, ritenutoaffiliato al gruppo camorristico "Belforte", fazione maddalonese.
In particolare, le investigazioni hanno appurato che la relazione extraconiugale, oltre acostituire un personale affronto per il De Matteo, rappresentava - stante la notorietà siadel legame sentimentale sia dell'appartenenza del De Matteo al gruppo camorristicodominante in quel territorio - un' offesa intollerabile per l'intero gruppo camorristico, dapunire, quindi, con la morte.

Le iniziali attività investigative svolte immediatamente dopo l'omicidio, trovando notevolilimiti nel muro di omertà, non erano potute andare al di là di ipotesi. Solo a distanza di tantianni, con il contributo fondamentale delle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia,si è potuta ricostruire la vicenda nei termini esposti nella motivazione della misuracautelare emessa dal GIP.
Il Giudice ha anche disposto il sequestro preventivo di due autovetture nella disponibilitàdella moglie e del cognato del De Matteo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento