Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Conclusa lesercitazione congiunta tra il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

(Punta Campanella) Si é conclusa ieri mattina verso le 11 l'esercitazione congiunta tra il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), la Guardia Costiera di Castellammare di Stabia (NA), la Guardia Costiera di Meta di Sorrento (NA) e...

063548_costiera

(Punta Campanella) Si é conclusa ieri mattina verso le 11 l'esercitazione congiunta tra il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), la Guardia Costiera di Castellammare di Stabia (NA), la Guardia Costiera di Meta di Sorrento (NA) e l'Associazione Nazionale Carabinieri di Castelammare di Stabia (NA).Massiccio lo schieramento delle forze in campo con 15 tecnici del CNSAS, 1 gommone veloce della Guardia Costiera e 1 idroambulanza dell'Associazione Nazionale Carabinieri. L'esercitazione ha simulato il soccorso ad un escursionista nella zona di Punta Campanella (NA).
La manovra: l'allarme viene lanciato dai compagni dell'escursionista infortunato alla Guardia Costiera che, prontamente, provvede ad allertare il CNSAS (Ente preposto per legge all'intervento in ambiente ostile). I tecnici del CNSAS individuano e raggiungono l'infortunato e, vista l'impervietá della zona e l'impossibilitá ad evacuare via terra, richiedono il supporto di mezzi via mare. Mentre i sanitari del CNSAS stabilizzano l'infortunato, la Guardia Costiera provvede ad inviare in zona il gommone veloce e l'idroambulanza dell'Associazione Nazionale Carabinieri. I tecnici del CNSAS provvedono ad allestire la via di calata e, grazie all'utilizzo di presidi e tecniche di soccorso alpino, l'escursionista viene calato per 40 metri lungo il costone. Arrivati alla base della parete la barella (una kong portantina in dotazione al CNSAS) viene caricata a bordo dell'idroambulanza, affinché l'infortunato raggiunga il piú vicino ospedale nel minor breve tempo possibile, mentre l'imbarcazione della Guardia Costiera garantisce la sicurezza necessaria alla manovra, tenendo a distanza curiosi e altri natanti non coinvolti nell'evento.La manovra si inserisce nel programma esercitativo del CNSAS, con lo scopo di instaurare un rapporto di collaborazione con i vari Enti che in Campania si occupano di soccorso, in circostanze differenti e ciascuno con le proprie peculiaritá, gettando, quindi le basi per un rapporto fiduciario indispensabile in interventi congiunti. Il bilancio dell'evento è stato sicuramente positivo: tutti gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti e i Corpi intervenuti hanno interagito con grande sinergia, favorendo il buon esito della manovra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conclusa lesercitazione congiunta tra il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

CasertaNews è in caricamento