menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canne fumarie allanfiteatro campano, Pd scrive al ministro

Santa Maria Capua Vetere - "Preg.mo Ministro,vogliamo sottoporre alla Sua attenzione la vicenda del "ristorante" che insiste all'interno dell'area archeologica dell'anfiteatro campano di S. Maria C.V., la cui inaugurazione avverrà lunedì 10 giugno...

"Preg.mo Ministro,vogliamo sottoporre alla Sua attenzione la vicenda del "ristorante" che insiste all'interno dell'area archeologica dell'anfiteatro campano di S. Maria C.V., la cui inaugurazione avverrà lunedì 10 giugno.Il suddetto ristorante è provvisto di alcune "canne fumarie", alte circa 4 metri, che sono state collocate nel bel mezzo della piazza antistante l'anfiteatro stesso.Il Consorzio Arte 'm, che si è aggiudicato la gara di rilievo europeo , avendo predisposto l'offerta integrata per la valorizzazione del sito, ribadisce che un ristorante in tale sede costituirebbe volano per il rilancio dell'anfiteatro stesso.
Premesso che l'obiettivo che unisce tutti è certamente il rilancio e la valorizzazione dei beni archeologici di S. Maria C.V., accettiamo anche il ristorante, sia pure con le nostre perplessità, facendo affidamento nella geniale intuizione di chi, avendo scelto e valutato, ritiene che basti un ristorante per aumentare vertiginosamente il numero dei visitatori.Sottolineiamo con forza, tuttavia, che non è il bene culturale che può essere asservito ad una attività commerciale, ma viceversa.Sulla presenza delle canne fumarie, però, dissentiamo fermamente e chiediamo con determinazione e forza il Suo intervento.Queste canne fumarie, infatti, interrompono la continuità prospettica, creando un oltraggio all'armonia della piazza e creeranno immissioni di fumi non solo verso le abitazioni circostanti, ma anche e soprattutto verso l'anfiteatro.Egregio ministro,la mancata considerazione del valore culturale intrinseco all'anfiteatro, la cui tutela è affidata alla sovrintendenza, ci lascia assolutamente sconcertati, soprattutto quando proviene da chi dovrebbe promuovere la valorizzazione dei nostri siti archeologici.Vorremmo essere tranquillizzati ,inoltre, su come sarà regolato l'accesso all'area archeologica da parte degli avventori del ristorante, atteso che lo stesso, presumibilmente ,resterà aperto anche di sera, quando l'area archeologica, invece, e' chiusa.Lunedì è prevista l'inaugurazione del ristorante: speriamo che il vero protagonista resti l'anfiteatro campano, secondo per importanza e dimensioni, in Italia, solo al Colosseo. Non vorremmo dover constatare, invece, che lo stesso venga declassato a pertinenza del ristorante.Ci auguriamo, pertanto, che per l'occasione la soprintendenza provvederà a renderlo presentabile ,liberandolo dalle erbacce che lo offendono e deturpano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento