menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano casa, il comune di Casapulla si costituisce parte civile

Casapulla - Piano casa: il Comune di Casapulla, diretto dal sindaco Ferdinando Bosco, si è costituito parte civile nel processo contro i quattro indagati nell'ambito dell'inchiesta che, lo scorso mese di giugno, portò al sequestro del cantiere di...

Piano casa: il Comune di Casapulla, diretto dal sindaco Ferdinando Bosco, si è costituito parte civile nel processo contro i quattro indagati nell'ambito dell'inchiesta che, lo scorso mese di giugno, portò al sequestro del cantiere di via Pietro Musone. Questa mattina, presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, si è tenuta l'udienza davanti al giudice Caramico D'Auria. L'Ente di piazza Municipio, attraverso il suo avvocato difensore Elpidio Garzillo, ha presentato la richiesta di costituzione che è stata accolta dal giudice. L'obiettivo dell'amministrazione comunale, capeggiata dal primo cittadino Ferdinando Bosco, è quello di fare chiarezza su una vicenda che ormai dura da quasi un anno e che vede coinvolti anche un dirigente, oltre ad imprenditore e progettista. Era lo scorso primo giugno, quando i carabinieri della compagnia di Santa Maria Capua Vetere posero i sigilli al cantiere di via Pietro Musone ed iscrissero nel registro degli indagati quattro persone. La vicenda, adesso, è finita in tribunale e il Comune di Casapulla ha deciso di costituirsi parte civile; questa richiesta è stata accordata dal giudice D'Auria nell'udienza che si è tenuta questa mattina presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Il processo è stato rinviato al prossimo 24 giugno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento