Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Costantino (Pd): 'I candidati alle elezioni pubblichino i dati su case, terreni, macchine, titolo di stato'

Maddaloni - "Da giorni, su alcuni giornali assistiamo sistematicamente a rivelazioni solenni di candidati Sindaco che rinuncerebbero allo stipendio.Stranamente pero', non vengono pubblicizzate le azioni concrete per lo sviluppo occupazionale e le...

"Da giorni, su alcuni giornali assistiamo sistematicamente a rivelazioni solenni di candidati Sindaco che rinuncerebbero allo stipendio.Stranamente pero', non vengono pubblicizzate le azioni concrete per lo sviluppo occupazionale e le questioni ambientali, e quant'altro possa essere utile all'elettore per decidere sui reali progetti di sviluppo territoriale e occupazionale.Sorprende il silenzio su questioni "importanti" quali il dissesto, i rifiuti, lo shuntaggio si o no, il collettore fognario di via Cancello, le aziende insalubri, o l'edilizia scolastica, l'interporto, l'ospedale di Maddaloni, recupero oneri di urbanizzazione, coesistenza cave e policlinico, piano edilizia economica popolare, svincolo A30, etc; Forum Giovani, Archivio, Convenzione ASL, costruzione casa comunale, sede polizia locale, PUC etc..

Va ricordato a tutti i candidati altresi', già il decreto Brunetta, il 150/09 aveva introdotto alcune novità, tipo la pubblicazione per gli amministratori pubblici nel sito dell'ente di redditi e curriculum, ma è stato con il decreto del governo Monti che si è compiuta un'autentica rivoluzione e si è riscritto il principio.Vanno ora on line tutti i dati di reddito senza distinzioni, dunque sia reddito da vita privata che emolumenti percepiti dal Comune; tutti i dati patrimoniali compresi titoli di stato, obbligazioni o altre utilità finanziarie detenute tramite fondi di investimento e partecipazioni in società quotate e non quotate; i diritti reali su beni mobili o immobili iscritti in pubblici registri. Quest'ultimo punto significa che per sindaco, assessori, consiglieri comunali e nominati nelle partecipate c'è l'obbligo di dichiarare sul sito internet del Comune case, terreni, macchine e case possedute.
E stavolta non si scherza con la legge: che non ottempera o chi ottempera parzialmente non va incontro a una censura verbale in aula ma a un sistema sanzionatorio di tipo pecuniario con sanzioni previste tra i 2.000 e i 20.000 euro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costantino (Pd): 'I candidati alle elezioni pubblichino i dati su case, terreni, macchine, titolo di stato'

CasertaNews è in caricamento