Politica

Berlusconi: Sento il dovere di non consegnare il Paese alla sinistra

(Bari) I passaggi salienti dell'intervista del direttore del ''Giornale'' Alessandro Sallusti al Presidente Silvio Berlusconi, a bordo della nave da crociera del quotidiano milanese"Sento sempre il dovere di non consegnare il Paese alla sinistra...

(Bari) I passaggi salienti dell'intervista del direttore del ''Giornale'' Alessandro Sallusti al Presidente Silvio Berlusconi, a bordo della nave da crociera del quotidiano milanese
"Sento sempre il dovere di non consegnare il Paese alla sinistra. Il mio ruolo cambierà in base alla legge elettorale che ci sarà. Bisogna cambiare la Costituzione".
"Qualcuno gli scrive il copione e Beppe Grillo recita come ha fatto tutta la vita. Grillo è uno straordinario attore comico, ma sta ancora facendo quel mestiere. Non ci si improvvisa amministratori di un Paese o di una città".
"Angelino Alfano è il miglior politico in circolazione, è un uomo speciale.""Se Renzi vince le primarie si verifica questo miracolo: il Pd diventa finalmente un partito socialdemocratico. Renzi porta avanti le nostre idee sotto le insegne del Pd. Auguri."
"La Germania non consente che la Bce batta moneta e questo è un mattone che pesa in maniera tragica".
" Il mio Governo ha fatto più di 40 riforme, dalla lotta alla criminalità alle grandi opere, fino alla riforma dell'istruzione".
"In Mediaset non c'è stato mai nessun programma contro un partito politico, in Rai invece ci sono trasmissioni come Ballarò....".
"Il fiscal compact impone ai Paesi che hanno più del 60 per cento del debito pubblico di ridurre del 5 per cento all'anno il debito pubblico. Significa che l'Italia deve ridurre il debito di 40-50 miliardi ogni anno, cosa assolutamente impossibile. Sarebbe possibile se l'economia fosse in crescita, ma se si interviene aumentando la pressione fiscale, se non si sostiene la crescita si va anziche' nello sviluppo, verso una recessione infinita. Con la recessione il deficit aumenta. Se la Grecia, la Spagna, l'Italia, il Portogallo, dovessero seguire le imposizioni dell'Europa, l'economia anziché crescere, decresce; e il debito pubblico anziché diminuire aumenta. Per questo ero visto male, nel Consiglio europeo rappresentavo l'opposizione a queste norme. E quando c'é stato da votare il fiscal compact io ho messo il veto del'Italia e si é interrotta per due ore la riunione".
"I fatti hanno dimostrato quanto fosse importante avere un italiano alla guida della Bce.Sarkozy ce l'aveva con me perchè ho ottenuto la nomina di Draghi alla Bce e perché Bini Smaghi non si dimetteva nonostante i danni che stava arrecando all'immagine del Paese perché pretendeva di essere nominato alla Banca d'Italia fregandosene delle ragioni dell'Italia".
"Dopo che Draghi ha detto che stamperà moneta per acquistare titoli del debito pubblico quando questi non trovassero investitori privati, questo ha avuto un effetto positivo e lo spread é calato. Ma é una cosa provvisoria, perché non si sa se questo fondo potrà funzionare e non credo che questo possa essere fatto se non con delle imposizioni di comportamento ad alcuni Paesi".

"Il Fondo salva stati ha delle regole che difficilmente lo faranno funzionare, perché bisogna avere la maggioranza dell'80 per cento degli Stati: se hai la Germania, la Finlandia e la Polonia che non sono d'accordo non si fa nulla. Quindi é più che altro un qualcosa fatto intravedere sulle cui reali capacità e possibilità di funzionare esistono dei dubbi grandissimi. Io sono tra i più dubbiosi".
"Abolire l'Imu è uno dei nostri programmi di governo: come abbiamo abrogato l'Ici, così aboliremo subito l'Imu perché la casa é il pilastro su cui ogni famiglia ha diritto di fondare la propria sicurezza del futuro. La sinistra, invece, come primo punto del programma ha l'imposta patrimoniale anche sui piccoli appartamenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi: Sento il dovere di non consegnare il Paese alla sinistra

CasertaNews è in caricamento