Tutto quello che c'è da sapere per viaggiare in auto ai tempi del coronavirus: mascherina, sanificazione e distanze

Con l’inizio della ‘Fase 2’ dell’emergenza coronavirus , l’Istituto superiore della sanità (ISS) ha stilato un vademecum per muoversi in tutta sicurezza con l’automobile, soprattutto se si tratta di una vettura condivisa.

L’utilizzo della mascherina non è necessario se si viaggia da soli, ma lo diventa se si è insieme a persone che non convivono nella stessa abitazione.

Se si viaggia insieme ad altri, il consiglio inoltre è quello di tenere aperto il finestrino. Se si viaggia con persone che non convivono nella stessa abitazione, bisogna essere massimo in due ed il passeggero deve sedersi sul sedile posteriore.

Dopo aver guidato o essere stati dentro un autoveicolo occorre lavarsi sempre le mani e non toccarsi occhi, naso e bocca.

Gli esperti dell’Iss consigliano di pulire le superfici interne dell'auto con un panno in microfibra e preparati a base di alcol. L'utilizzo di candeggina e amuchina non è consigliato perché l’ipoclorito di sodio presente nei due prodotti potrebbe avere un’azione aggressiva  su pelle e plastica. Usare l'aspirapolvere sulla tappezzeria, oppure se si sceglie di lavarla, farlo con gli appositi prodotti detergenti, prestando particolare attenzione ai tappetini dell'auto che, se usurati, possono essere sostituiti.

Per chi utilizza un’auto car-sharing, se si ha a disposizione un panno a microfibra e un preparato a base di alcol, gli esperti suggeriscono di pulire tutte le superfici che possono essere state toccate da altre persone: volante, leva del cambio, freno a mano, bocchette dell'aria, cinture di sicurezza, indicatori di direzione, interruttori per tergicristalli e luci, specchietto retrovisore interno, leva per regolare lo specchietto retrovisore esterno, chiavi, maniglie.

Per quel che concerne l’aria condizionata, gli esperti consigliano di controllare periodicamente i filtri degli impianti di condizionamento e per una pulizia in profondità, togliere anche il filtro dell'aria, sanificare le bocchette e i tubi che mettono in circolo l’aria stessa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore con la variante inglese. “Si è ammalato dopo la prima dose Pfizer. Il vaccino è sicuro”

  • Attrice casertana sbarca in Rai col 'Commissario Ricciardi' | FOTO

  • Incubo ‘zona rossa’ per una trentina di comuni casertani

  • Tragedia su viale Carlo III: sbalzato dalla moto, muore centauro

  • Elicottero cade mentre vola sul Monte Maggiore: morta una donna

  • Muore paziente positivo alla variante inglese dopo il vaccino

Torna su
CasertaNews è in caricamento