menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vento ha provocato danni a Mondragone

Il vento ha provocato danni a Mondragone

La furia del vento fino a 115 km all'ora. Ecco tutti i danni provocati

Alberi e pali abbattuti. Volano anche i tetti delle case e i pannelli fotovoltaici del Comune

Raffiche di vento fino a 115 chilometri orari e danni in diverse città della provincia di Caserta e centralini dei vigili del fuoco letteralmente presi d'assalto. E' questo il bilancio, ancora provvisorio, dell'ondata di maltempo che dalla scorsa notte sta letteralmente flagellando il casertano con la Protezione Civile Regionale che ha prorogato lo stato di allerta di 24 ore.

CASERTA

Il vento si è fatto sentire a Caserta. Secondo i dati della stazione meteo dei Salesiani il picco massimo registrato per il vento è di 46,1 nodi, circa 85 chilometri orari. In città superlavoro dei volontari della protezione civile e della polizia municipale che hanno provveduto a rimuovere alberi e pali caduti da diverse strade tra cui via Settembrini, nei pressi della villetta Padre Pio, viale Beneduce oltre alla strada Panoramica per Casertavecchia. 

In serata il Comune di Caserta ha invitato la popolazione ad evitare di uscire o stare in luoghi aperti viste le forti raffiche di vento. 

SANTA MARIA CAPUA VETERE

Danni ingenti per il maltempo anche nella città del foro. Nella serata di ieri la canna fumaria del ristorante ubicato nei pressi dell'Anfiteatro è letteralmente stata sradicata dal forte vento (è stata ripristinata solo nel pomeriggio). Ad subire i danni maggiori sono state principalmente le abitazioni con molti tetti che sono volati a terra. Al suolo anche tabelle pubblicitarie e l'insegna di un pub.

LITORALE DOMITIO

Problemi si sono registrati anche nel litorale domitio. A Castel Volturno a causa della caduta di alberi è stata chiusa provvisoriamente la Domitiana, riaperta solo nel pomeriggio. A Mondragone, invece, il vento ha provocato il distacco di alcuni tetti fotovoltaici della Casa Comunale. Danni anche per la scala antincendio. 

Il Sindaco Virgilio Pacifico ha disposto per la giornata di domani delle verifiche straordinarie per il controllo della sicurezza presso gli edifici pubblici, in particolare quelli scolastici, onde consentire la regolare ripresa di tutte le attività nella giornata di lunedì.

SESSA AURUNCA

Le raffiche di vento hanno provocato danni anche nella zona di Sessa Aurunca. In mattinata un albero si è abbattuto su un'auto in transito sulla Casilina. Sempre a Sessa Aurunca si è staccato un pezzo di cornicione dalla scuola elementare di Carano con i calcinacci che hanno centrato una vettura in sosta.

A Carinola, invece, un traliccio dell'alta tensione è stato abbattuto dalle raffiche di vento con gli operai della Terna che hanno lavorato a lungo per ripristinare la normalità.

ALBERI CADUTI

Disagi per gli alberi caduti anche a Capua, Maddaloni, Vitulazio, Vairano, Pietravairano e San Cipriano d'Aversa dove un grosso fusto è caduto nella scuola elementare Starza. A San Tammaro, invece, un albero è caduto in via Ferdinando di Borbone.

SCUOLE, CIMITERI E PARCHI CHIUSI

L'ondata di maltempo ha spinto molti sindaci ad intervenire con misure straordinarie per preservare la pubblica e privata incolumità. Scuole chiuse a Pignataro Maggiore (dove il vento ha fatto registrare il picco dei 115 chilometri orari), Bellona e Piedimonte Matese. Anche i sindaci di Orta di Atella e Vitulazio hanno adottato un provvedimento analogo disponendo la sospensione delle attività didattiche per la giornata di lunedì.

A Marcianise il sindaco Antonello Velardi ha disposto la chiusura del cimitero comunale per la caduta di alberi e fioriere. Sempre a Marcianise il vento forte ha abbattuto la postazione dei dipendenti di Marcianise Servizi dislocati all'ecopunto di viale della Pace, a poche centinaia di metri dal cimitero.

Ad Aversa chiuso per precauzione il Parco Pozzi. Interdetto al pubblico anche il Parco della Reggia di Caserta chiuso sia oggi sia per la giornata di domani, domenica 24 febbraio.

DISAGI PER I VIAGGIATORI

Oltre alle strade chiuse numerosi sono stati i disagi per la circolazione ferroviaria e numerosi ritardi nelle stazioni di Villa Literno e San Marcellino (linea Napoli-Formia), Sessa Aurunca e sulla liena Caserta-Foggia. Man mano la situazione sta rientrando alla normalità dopo le verifiche dei tecnici delle Ferrovie dello Stato.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

  • Cronaca

    Contagi a picco, 379 guariti in 24 ore nel casertano

  • Cronaca

    Scommesse del clan, Schiavone: "Un cartello con mafia e 'ndrangheta"

  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, un morto ed un ferito grave

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento