Giovedì, 29 Luglio 2021
Meteo

Arriva la ‘cappa africana’: sarà un’estate bollente con temperature sopra la media

Il primo assaggio di afa c’è stato già nel week-end. Rischio temporali improvvisi

Le previsioni meteo per la prossima settimana

L’estate 2021 è finalmente arrivata. E, secondo quanto raccontano gli esperti, potrebbe essere una delle più calde degli ultimi anni.

La cappa africana sull’Italia

I prossimi giorni saranno decisamente caldi sull’Italia ma in particolare al Sud, dove si prepara una severa ondata di calore africana” conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara: “Per diversi giorni le regioni meridionali potranno toccare picchi di 40°C sulle zone interne, se non anche superiori ai 42-43°C sulla Sicilia. Qualche grado in meno lungo le coste ma con afa elevata e temperature percepite comunque molto alte”. Il caldo sarà reso più opprimente anche dall’afa “che risulterà talora elevata in particolare sui settori costieri, nelle grandi aree urbane e in Pianura Padana” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – si potranno così comunque percepire 38-40°C anche laddove le temperature massime si fermeranno sui 30-32°C. Non solo, ma con l’accumulo del calore giorno dopo giorno si inizierà a soffrire anche la sera e in prima nottata, questo soprattutto nelle grandi città dove il rilascio di calore sarà più lento e andrà ad interagire con l’aumento dell’umidità relativa delle ore serali. Prestare dunque attenzione al possibile disagio fisico, specie per i soggetti più deboli”.

Le previsioni per l’estate

Le proiezioni climatiche sul lungo periodo raccontano che le prossime settimane di giugno e la prima parte di luglio potrebbero risultare quasi "tropicali" a causa di un vasto campo di alta pressione di origine africana che è destinato ad imporsi in maniera sempre più significativa sul bacino del Mediterraneo: se ciò dovesse essere confermato ci aspettiamo valori termici fino a 6°C oltre le medie climatiche di riferimento. C’è il rischio di un'ulteriore impennata delle temperature, specialmente al Centro Sud e sulle due Isole maggiori: ciò si tradurrà in vere e proprie fiammate di calore, con i termometri pronti a schizzare diffusamente fino a 38/41°C tanto che rischierebbero di "crollare" i record della famigerata estate 2003. Il rovescio della medaglia di questa particolare condizione sinottica è rappresentato dal rischio di eventi meteo estremi. Sono probabili, infatti, temporali improvvisi che potrebbero far capolino con precipitazioni molto forti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la ‘cappa africana’: sarà un’estate bollente con temperature sopra la media

CasertaNews è in caricamento