Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Meteo

Temporali e forte vento non si arrestano, prorogata l'allerta meteo

Fino alle 22 di domani (2 gennaio) sarà in vigore l'allerta gialla

Un nuovo avviso di allerta meteo valevole a partire dalle 22 di questa sera e fino alle 22 di domani, sabato 2 gennaio, è stato emanato dalla Protezione civile della Regione Campania. L'avviso, allerta "gialla", è valevole su tutto il territorio regionale.

Si prevedono venti localmente forti con raffiche, e mare prevalentemente agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Su tutte le zone, ad esclusione della 4 (Alta Iprinia e Sannio) e della 7 (Tanagro) l'allerta, oltre che il vento, riguarda anche le precipitazioni che potranno avere anche carattere di rovescio o temporale, anche intenso.

Si segnala la possibilità di fenomeni come ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali; possibili cadute massi in più punti del territorio; occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, anche in assenza di precipitazioni, per effetto della saturazione dei suoli.?

"Si raccomanda agli enti competenti di attivare tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi - aggiunge la Protezione civile regionale - sia in ordine al possibile dissesto idrogeologico che alle conseguenze dei venti forti e del moto ondoso attuando il monitoraggio del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Temporali e forte vento non si arrestano, prorogata l'allerta meteo

CasertaNews è in caricamento