rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
life Via John Andrew Graefer

Rifiuti al Rione Michelangelo, il Comune consegna i cassonetti

L'assessore all'Ecologia De Michele: "Continua il processo di aumento della raccolta differenziata"

Rione Michelangelo invaso dai rifiuti per giorni. Un degrado a cui si assiste ormai da tempo con decine di sacchetti della spazzatura ammassati in via Graefer, a due passi dalla sede del Tribunale di Caserta. Una situazione di scarso decoro a cui Palazzo Castropignano ha deciso di porre un rimedio. Stamattina, infatti, il Comune di Caserta ha effettuato la consegna dei contenitori della raccolta differenziata nel quartiere popolare. Il vicesindaco con delega all’Ecologia, Francesco De Michele, ha partecipato alla distribuzione dei cassoni, che andranno a coprire le esigenze di ogni fabbricato del popoloso Rione.

Nell’occasione il vicesindaco era accompagnato dal Comandante della Polizia Municipale, Luigi De Simone, dal sacerdote della Parrocchia del “Buon Pastore”, don Antonello Giannotti, che ha svolto un ruolo di fattiva collaborazione con l’Amministrazione soprattutto nell’attività di informazione e sensibilizzazione nei confronti degli abitanti del quartiere, e dai vertici di Ecocar, la società concessionaria del servizio di raccolta rifiuti in città.

L’iniziativa di stamani si inserisce nell’ottica di un processo di partnership tra il Comune e le realtà socio-culturali e associative presenti sul territorio, al fine di proseguire il sensibile miglioramento complessivo dei livelli di raccolta differenziata, che negli ultimi 18 mesi hanno già fatto registrare un significativo incremento.

L’obiettivo resta quello di una crescita complessiva della qualità della vita in città, passando attraverso un’erogazione dei servizi sempre migliore. “Siamo di fronte – ha spiegato De Michele – all’inizio di un percorso che ci ha già portato ad aumentare i livelli di raccolta differenziata di circa dieci punti percentuali negli ultimi 18 mesi. Intendiamo proseguire con questo modello di azione, che prevede importanti attività di sensibilizzazione e di condivisione di pratiche con i cittadini, in ogni zona e in ogni quartiere di Caserta. Il nostro traguardo è la crescita del decoro urbano e del livello della qualità della vita. Ringrazio don Antonello per il prezioso contributo che ha fornito, lavorando con grande efficacia e in maniera diretta con i residenti nel Rione Michelangelo. Naturalmente – ha concluso De Michele – un miglioramento della raccolta differenziata conduce anche ad un notevole risparmio per le casse del Comune e, soprattutto, per le tasche dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti al Rione Michelangelo, il Comune consegna i cassonetti

CasertaNews è in caricamento