Contro il "mostro": il Comitato rialza la guardia

Nasce Antica Terra di Lavoro con l'obiettivo di monitorare l'ambiente

La centrale Turbogas

Nasce il Comitato Antica Terra di Lavoro. Nella serata di venerdì un gruppo di cittadini, già attivi sul fronte ambientale, si è riunito nella centrale via Abruzzi a Vairano Scalo decisi a tornare in prima linea per la propria terra.

La minaccia Turbogas ha spaventato un po’ tutti ma l’intento del comitato, in questo momento, non è solo quello di affrontare questo problema, ma è di fare fronte comune con gli altri gruppi dell’Alto e Basso Casertano, del Lazio e del Molise, perché l’ambiente non riconosce i confini geografici che sono puramente convenzionali e legati alla nostra visione, anche perché, sfortunatamente, quello che fa male in un centro, in termini di inquinamento, fa male anche a chi vive a 20 chilometri e forse anche a molti di più.

Per questo tutti i presenti hanno deciso di dotarsi di una carta di intenti, di perseguire strade molteplici per cercare di fermare una centrare improduttiva e obsoleta che serve a placare gli appetiti di qualcuno, ma che poco “restituisce” agli abitanti di tutta l’area.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Comitato Antica Terra di Lavoro - si legge in una nota - sarà il muro invalicabile, la cortina di ferro, il pilastro di fuoco che tutti quelli che vorranno il male della nostra terra troveranno sulla propria strada. Al momento abbiamo scelto 2 portavoce pro tempore che ci rappresenteranno ai tavoli istituzionali, nella via “legale” alternativa che abbiamo deciso di seguire, affiancandola sempre, alla protesta per strada, all’attenzione spasmodica verso l’aria che respiriamo. Abbiamo scelto Thomas Scalera e Gennaro Zinno, che saranno i nostri occhi e le nostre orecchie a tutti gli appuntamenti istituzionali che ci saranno nelle prossime settimane.  Siamo stati distratti, abbiamo sonnecchiato, pensando di aver vinto, non era così, il mostro è tornato e noi ci faremo trovare pronti, ancora una volta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

Torna su
CasertaNews è in caricamento