Il Villaggio dei Ragazzi in viaggio sul 'Treno della Memoria'

Il liceo linguistico unica scuola della Campania a partecipare all'iniziativa

Quattordici studenti del Villaggio dei Ragazzi parteciperanno all'iniziativa

Sono 14 gli studenti del Villaggio dei Ragazzi (4A del Liceo Linguistico) che quest’anno parteciperanno al progetto “Treno della Memoria”, iniziativa educativa e culturale approdata per la prima volta in Campania dopo 15 anni, che ha ricevuto nel tempo l’alto patronato del Presidente della Repubblica e il patrocinio della Camera, del Senato e del Parlamento Europeo.

Il progetto si concretizzerà non semplicemente in un viaggio ma in un percorso di cittadinanza attiva che parla di storie e di memorie del passato nazista attraverso varie testimonianze, al fine di riconoscere le tracce dell’odio e dell’indifferenza affinché il male non ritorni. Non, dunque, una gita scolastica per gli allievi della Fondazione bensì un viaggio formativo, validato dal Comitato scientifico dell’Associazione “Treno della Memoria” composto da docenti universitari, ricercatori e formatori di tutta Italia, che sviluppa una strategia educativa attraverso un processo di trasmissione di conoscenze, esperienze ed emozioni in un’ottica di educazione al rispetto reciproco e alla solidarietà.

Un primo incontro di preparazione al viaggio, nel quale i partecipanti saranno accompagnati dai docenti Di Domenico e Angioni, è avvenuto, stamane, nella sala Virtual dell’Opera calatina sotto la supervisione della coordinatrice scolastica Giovanna D’Onofrio e alla presenza dei referenti progettuali Fabiana Giordano, Paolo Paticchio, Kristel e Nathalie Antonazzo.

Hanno partecipato, per l’occasione gli studenti di tutte le scuole superiori della Fondazione (Liceo Linguistico, Istituto Tecnico, Istituto Alberghiero, Istituto Aeronautico) e i temi affrontati hanno riguardato gli aspetti storici della Shoah, gli argomenti che saranno trattati durante il viaggio, le regole comportamentali e disciplinari da osservare ma anche le motivazioni che hanno spinto i 14 allievi alla partenza. Il viaggio ripercorre l’itinerario delle deportazioni del periodo nazista con destinazione Auschwitz e Birkenau, ovvero i campi di concentramento tedeschi situati in Polonia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vi saranno interessanti micro tappe (della durata di 24 ore) che precederanno l’arrivo a Cracovia per visitare luoghi diversi in Europa (Praga, Terezin, Lidice, Budapest, Belzec, Berlino). A Cracovia poi gli studenti del Villaggio confronteranno le esperienze di viaggio con altri gruppi e i giorni successivi saranno dedicati alle visite guidate in lingua italiana alla città polacca (Ghetto ebraico, Museo della Fabbrica di Schindler) e ai campi di concentramento di Auschwitz e di Birkenau, ove i 14 ragazzi dell’istituzione calatina parteciperanno alla Cerimonia di commemorazione. Prima di partire per l’Italia, sempre a Cracovia, avrà luogo una grande assemblea ove sarà rielaborata l’esperienza vissuta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • Ora è (anche) ufficiale: le scuole in Campania aprono il 24 settembre

  • De Luca cancella i dubbi: “Le scuole aprono il 24 settembre”

  • De Luca fa tremare i genitori: “Oggi non siamo pronti per aprire la scuola, il 24 non so…”

  • Riparte l'Università tra lezioni in presenza e collegamenti in streaming

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento