Oltre 11mila studenti della Terra dei fuochi al voto per il ‘Parlamento territoriale’

Il progetto promosso dalla Diocesi di Aversa destinato a 22 scuole

Il 23 e 24 ottobre oltre 11mila bambini e ragazzi, da 22 scuole del primo ciclo (dalla terza elementare alla terza media) di 16 diversi Comuni della “Terra dei Fuochi”, per il secondo anno consecutivo, andranno al voto con regole concordate, che hanno preso corpo in un Regolamento territoriale per la partecipazione studentesca, approvato dagli Organi Collegiali di tutte le scuole associate.

Ogni classe eleggerà due rappresentanti, che svolgeranno le loro funzioni nella classe, entrando anche a far parte automaticamente del Parlamento d’Istituto, che, nella seduta d’insediamento entro due settimane, eleggerà un Presidente e un vicepresidente. Questi, dalle 22 scuole, andranno poi a costituire il Parlamento territoriale, che s’insedierà il 6 dicembre presso il Real Sito di Carditello a San Tammaro.

Le elezioni costituiscono parte essenziale del percorso “A piccoli passi”, promosso dalla Diocesi di Aversa. Sarà un voto vero, il primo della vita per migliaia di ragazzi. Un voto che produrrà effetti concreti non solo nelle scuole, ma anche nelle comunità.

Dallo scorso anno, infatti, i protagonisti di questo reticolo democratico hanno aperto prospettive impensabili: hanno espresso atti d’indirizzo territoriali condivisi, hanno preso posizione nell’assemblea dei sindaci nell’Ato Rifiuti di Caserta, in diversi comuni hanno stabilito intese per relazioni permanenti di ascolto con i sindaci. Con la loro partecipazione si sta attuando un protocollo d’intesa con l’Asl Caserta per la prevenzione tiroidea. Pochi giorni fa, il 4 ottobre, nell’area atellana, con il loro impegno, le Comunità scolastiche hanno dato vita a un grande momento di mobilitazione civica, coinvolgendo, in tre cortei poi convergenti verso il parco pubblico Vasca Castellone, migliaia di cittadini.

scuole parlamentino-2

Con i Comuni disponibili, saranno aperti tavoli di confronto “A piccoli passi” per la soluzione di problemi della città. Problemi veri, non simulati, oggetto di attività didattica ordinaria, saranno presentati, alla fine dell’anno scolastico alle Amministrazioni comunali, sotto forma di osservazioni e proposte. Infatti, questi organi studenteschi sono istituzionali, in quanto istituiti per effetto dell’autonomia scolastica, con deliberazioni degli Organi competenti e tenderanno sempre più a occuparsi non solo di questioni interne, ma anche della vita della città e del territorio.

Tutto ciò sarà possibile, perché il percorso è sostenuto da un partenariato sociale territoriale, coordinato dall’Ufficio per la Pastorale sociale della Diocesi. Questi partner s’impegnano a sostenere e supportare, con competenze specifiche, il lavoro degli insegnanti, perché i percorsi didattici possano sempre più misurarsi con la vita e gli interessi della comunità. Così può crescere il dialogo con la cittadinanza, che nelle comunità scolastiche vede l’unico vero luogo d’incontro permanente di dimensione cittadina. Scuole incubatrici d’innovazione sociale, questo il senso della scommessa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le elezioni si svolgeranno operando nel solco della testimonianza di vita di Giancarlo Siani, reporter del Mattino ucciso dalla camorra, che rappresenta l’idea della ricerca della verità operata con la naturalezza. Non solo. Sarà la figura profetica di un altro giovane, don Peppe Diana, ad ispirare il cammino “ A piccoli passi” che vuole essere cammino di pace nelle comunità, per realizzare il “programma elettorale” condiviso dai ragazzi e fatto di tre soli punti: scegli la vita, ama la tua terra, prenditi cura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Liceo Fermi sfiora il podio al 'Mad for Science': vinti 10mila euro

  • Arcuri brucia i tempi, finalmente arrivano i primi banchi

  • Scuole chiuse per l'emergenza Covid, attivata la didattica a distanza

  • Nuove graduatorie proviciali, è caos. "Punteggi errati e titoli inidonei all'insegnamento"

  • L'appello disperato di 67 prof precari: "Abbiamo bisogno di lavorare"

  • Amazon 'Prime Day' per gli studenti: ecco come 'prenotare' lo sconto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento