Riapertura scuole, mancano ancora le modalità: Fortini in pressing sul Miur

L'assessore regionale lancia l'allarme: "Siamo in ritardo". Intanto le proposte della Campania sul tavolo del Ministero: distanza di 2 metri quadri a studente e congelamento per l’anno in corso delle sedi sottodimensionate

"Fate presto, siamo in ritardo per la ripresa dell’anno scolastico”. Lucia Fortini, assessore all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili, lancia l’allarme sui tempi per la ripartenza delle scuole in Campania. “Siamo a fine giugno e non abbiamo ancora avuto dal Ministero le linee guida - spiega Lucia Fortini - Le scuole di fatto riaprono a fine agosto per il personale docente, ci sono appena due mesi per risolvere tutte le criticità. Tra l’altro occorre provvedere con urgenza alla fornitura di banchi singoli per le nostre aule per garantire il distanziamento".

Intanto dalla commissione Istruzione della Conferenza delle Regioni sono arrivate da giorni sul tavolo del Ministero le proposte della Regione Campania, chiare ed univoche, riguardo ai parametri per garantire la sicurezza: due metri quadri a studente, una distanza che consente di stare in aula durante la lezione senza la mascherina, che andrebbe invece sempre indossata per gli spostamenti, e soprattutto il potenziamento di organico per il personale Ata ed i docenti. "Abbiamo anche presentato un emendamento per ottenere il congelamento per l’anno in corso delle sedi sottodimensionate, e garantire così l’autonomia scolastica. Adesso tocca al Ministero”, afferma la Fortini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assessore annuncia che per i centri estivi la Regione ha ottenuto 13,5 milioni, mentre per i servizi dell’infanzia 0-6 anni sono 33,5 milioni (il primo anno erano appena 14 milioni) le risorse ottenute fino ad oggi per il comparto, e che la Campania ha “conquistato ” 6,5 milioni in più per lo 0-6, che consentiranno di avere maggiore attenzione per le scuole paritarie, che sono state gravemente danneggiate dall’emergenza sanitaria e rappresentano una struttura di sostegno importante per le famiglie con figli piccoli. Intanto è stata approvata la graduatoria per altri 10mila persone che a partire dal 29 giugno potranno riscuotere alle Poste il bonus di 500 euro per l’acquisto di computer e tablet, o per pagare i servizi per l’accadimento dei figli di età inferiore ai 15 anni. A breve anche il pagamento del secondo bonus pensioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Liceo Manzoni adotta il Palazzo Paternò e vince il concorso nazionale

  • Il Liceo Fermi sfiora il podio al 'Mad for Science': vinti 10mila euro

  • Arcuri brucia i tempi, finalmente arrivano i primi banchi

  • Scuole chiuse per l'emergenza Covid, attivata la didattica a distanza

  • L'appello disperato di 67 prof precari: "Abbiamo bisogno di lavorare"

  • Le lezioni proseguono a distanza: "Al Villaggio dei Ragazzi siamo pronti ad ogni evenienza"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento