Scuole chiuse, De Luca pronto a firmare la nuova ordinanza

Il governatore lo ha già dichiarato: potrebbe arrivare lo stop per altri 7 giorni

E' attesa per lunedì la decisione sull'eventuale riapertura in Campania delle lezioni in presenza per la scuola dell'infanzia e le prime classi della scuola primaria, eventualità ipotizzata per martedì 24 novembre. Tutto dipenderà dai risultati risultati dello screening volontario in corso da giorni su operatori scolastici e piccoli alunni: sulla base dei dati verranno assunte le decisioni in merito alla riapertura delle attività in presenza, "fatta salva, in ogni caso, la possibilità per i singoli Comuni di decidere in autonomia in relazione a situazioni di specifica criticità sui singoli territori”.

In realtà lo stesso presidente della Regione Vincenzo De Luca ha fatto intendere, nell’orso della diretta di venerdì, che il 24 novembre non ripartirà la didattica in presenza anche in considerazione del fatto che tantissimi sono i genitori che ancora non sono riusciti a mettersi in contatto col numero verde della Regione per prenotare il tampone antigenico per i propri figli. Probabile che la nuova ordinanza preveda un rinvio dell’apertura in presenza di una settimana, subordinandola al completamento dello screening.

Resta, poi, un altro dato da tenere in considerazione, cioè la richiesta avanzata dal presidente Anci Campania Carlo Marino, primo cittadino di Caserta, a nome di tutti i sindaci della regione, che ha chiesto di tenere le scuole chiuse fino al 6 dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, 'no' di 17 sindaci: "Irresponsabile riaprire". Genitori si sfidano a colpi di hashtag

  • Scuole chiuse, De Luca pronto a firmare la nuova ordinanza

  • Licei ed istituti tecnici, ecco le migliori scuole casertane | LE CLASSIFICHE

  • Screening per la scuola, ecco come prenotare il tampone antigenico

  • "In Campania record di contagi nel mondo della scuola" | IL DOSSIER

  • La Provincia approva il nuovo piano per le scuole. Novità per 6 istituti superiori

Torna su
CasertaNews è in caricamento