rotate-mobile
Scuola

Liceo Giannone pluripremiato al festival del teatro

L'istituto casertano si è aggiudicato nella manifestazione, il premio per i migliori costumi, quello speciale Città di Castel di Sangro e per il migliore spettacolo di scuola secondaria superiore

Sabato 25 maggio 2024 alle 18 si è svolta nel Teatro Tosti di Castel di Sangro la premiazione del Concorso nazionale di teatro scolastico, che ha visto una nutrita partecipazione di scuole da tutt’Italia; nel mese di aprile il Laboratorioteatrale del Liceo Pietro Giannone di Caserta ha presentato al concorso una riedizione del Miles gloriosus, preceduta da una scena in maschera che riproponeva una situazione tipica dell’atellana, una forma teatrale di origine osca e quindi campana, più precisamente legata al territorio di Orta di Atella, grazie al progetto Scuola Viva e alla collaborazione con La Mansarda-Teatro dell’Orco.

Nel corso della manifestazione la docente Grazia Falco insieme a una rappresentanza delle alunne e degli alunni coinvolti nel progetto ha ritirato ben tre prestigiosi premi: il Premio per i migliori costumi, il Premio speciale Città di Castel di Sangro e il Premio per il migliore spettacolo di scuola secondaria superiore.

La scelta è ricaduta quest’anno sulla commedia plautina e i suoi ritmi indiavolati con un deciso cambiamento rispetto al lavoro sul tragico degli scorsi anni: la messa in scena del Soldato fanfarone è preceduta da una divertente scenetta dell’atellana rigorosamente in maschera, grazie al contributo fondamentale de La Mansarda che ha condiviso
con il Liceo Giannone le proprie maschere, realizzate in esclusiva dal maestro Giancarlo Santelli, che s’ispirano ai tipi fissi della fabula atellana e hanno come riferimento iconografico alcune statuette fittili e dei calchi in gesso rinvenuti a Pompei. I due moduli di Scuola Viva interessati da questa progettualità sono stati coordinati e curati da Daniela Borrelli e Grazia Falco, mentre l’adattamento del Miles gloriosus si deve a Roberta Sandias, la regia Maurizio Azzurro e l’aiuto regia a Giulia Navarra. Le allieve e gli allievi sono stati i veri e assoluti protagonisti dell’intero laboratorio ricoprendo tutti i ruoli necessari al debutto teatrale, anche quelli di supporto alla messa in scena.

 Alessandro Esposito ha interpretato Pirgopolinice, Gaetano Morace Palestrione, Riccardo Romano Artotrogo, Costantino Santangelo Periplectomeno, Davide Petrillo Congrione, Simona Falardo Acroteleuzia e Cecilia Navas Milfidippa.
Il coro delle cortigiane è formato da Alessandra Fornaro, Alessandra Pezone, Antonella d’Angelo, Chiara Casapulla, Chiara di Stasio, Francesca Monaco, Francesca Perillo, Ginevra Cicatiello, Ginevra Marino, Giulia Biscardi, Giulia Simone, Marella Manzo, Serena D’Angelo, Silvia Tisci e Simona Zanforlino.
Le maschere dell’atellana sono state interpretate da Alessandra Fornaro, Chiara di Stasio, Ilary Bernardini, Marianna Pepe, Serena D’Angelo e Simona Zanforlino. Sono stati un validissimo aiuto per la direzione di scena: Dario Pizzorno, Francesco Lanzara e Francesco Orazio Antonio Carissimo. La fotografia è stata affidata ad Aurora Natale, Domenico Pasquarella, Fabiana Verde, Marco Scognamiglio e Marialuce Soluri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liceo Giannone pluripremiato al festival del teatro

CasertaNews è in caricamento