Il 'Giordani' affianca la cooperativa Eco in tre progetti

Nuove strategie di educazione al rispetto e di contrasto alla povertà educativa; oltre a percorsi resilienti di potenziamento emotivo: sono gli obiettivi dei tre progetti a cui ha aderito l'istituto della preside Serpico

La prof Valeria Giove (referente del progetto), la preside Antonella Serpico e Sofia Flauto (per la cooperativa Eco)

L'Itis-Liceo scientifico "Giordani" di Caserta, guidato dalla dirigente scolastica Antonella Serpico, prende parte a tre progetti della cooperativa Eco: "Eco-Resilienza 3.0", "L'Eco del silenzio" e "Un'Eco alle emozioni". 

Nuove strategie di educazione al rispetto

L’obiettivo del progetto "Eco-Resilienza 3.0" è di produrre attivamente nuove forme di educazione al rispetto di sè e dell’altro, contribuendo, così, alla riduzione delle nuove forme di devianza giovanile e alla costruzione di innovative comunità educanti resilienti. I volontari potranno scegliere tra cooperative, associazioni, Comuni o scuole. Essi dovranno collaborare nella progettazione di nuovi interventi di prevenzione sulla tematica dell’educazione alla diversità, nella realizzazione di attività laboratoriali, nel supporto per gli sportelli informativi comunali, nella riduzione del disagio scolastico mediante laboratori educativi. Inoltre, per la conoscenza che possiedono del territorio e delle sue specificità saranno impiegati nelle funzioni di accoglienza, peer support, testimonianze, di facilitazione della partecipazione e della divulgazione delle iniziative dell’ente. Potranno anche, in funzione delle loro attitudini e risorse, supportare l’area del front office, dell’info-point e della gestione informatica.

Strategie di contrasto alla povertà educativa

L’obiettivo del progetto "L'Eco del silenzio" invece è quello di contribuire alla riduzione della povertà educativa minorile, proponendo ai giovani in Servizio Civile, la possibilità di sperimentare la collaborazione con operatori pubblici e del terzo settore specializzati e qualificati, prevedendo quale finalità generale la realizzazione di interventi volti all’inclusione sociale, nonché la partecipazione ad esperienze di cittadinanza attiva rivolti a persone in situazione di grave marginalità, di svantaggio sociale ed economico. I volontari potranno scegliere tra cooperative, associazioni, comuni o scuole.

Percorsi resilienti di potenziamento emotivo

Infine l’obiettivo del progetto "Un'Eco alle emozioni" è l’assistenza alla promozione e al potenziamento dell’intelligenza emotiva e delle life skills: lo sviluppo dell’intelligenza emotiva è frutto della cultura, dell’istruzione, di possibilità sociali costruttive; chance positive di crescita culturale ed emotiva, che promuovono l’abilità di mettersi nei panni dell’altro e conducono all’educazione al rispetto di sè e del prossimo. Dunque, viene generata resilienza nella qualità della vita dei minori e delle famiglie, dei soggetti con disagio fisico e/o sociale. I volontari potranno scegliere tra cooperative, associazioni, comuni o scuole. Essi porranno in essere interventi di laboratorio ai fini del superamento delle difficoltà dello sviluppo e del potenziamento dell’autonomia dei soggetti destinatari. I volontari costituiranno le figure centrali e significative per l’ideazione, la pianificazione, il coordinamento e la realizzazione delle attività; dovranno collaborare nella progettazione di nuovi interventi di prevenzione sulla tematica dell’intelligenza emotiva, nella realizzazione di attività laboratoriali, nel supporto per gli sportelli informativi comunali, nella riduzione del disagio scolastico mediante laboratori educativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Premio nazionale "ETwinning" all'istituto Rocco Cinquegrana di Sant’Arpino

  • La Fortini: "Da lunedì in classe 4 e 5 elementari". Le mamme 'pro Dad' chiedono rinvio

  • Manzoni eccellenza anche in Dad, la testimonianza di una studentessa in Rai

  • Concorso Dsga, eliminata la soglia di idoneità

  • "Interroghiamo la scuola”, sabato l’istituto Dante Alighieri apre di nuovo le porte online

  • Maurizio De Giovanni ritorna al liceo Manzoni

Torna su
CasertaNews è in caricamento