rotate-mobile
Scuola Teano

Il liceo classico di Teano si gemella con quello di Atene

Nell'esperienza interculturale coinvolta anche l'amministrazione comunale sidicina

Dalla Grecia in Italia. Dalla grande Atene, culla dell’occidente a Teano per un gemellaggio indimenticabile. Una bella esperienza, quindi, insolita e molto interessata. E che non capita tutti gli anni. Gli studenti del Ginnasio di Atene infatti venerdì 19 aprile mattina sono arrivati a Teano per incontrare gli alunni del Liceo Classico “Foscolo”, grazie al Progetto eTwinning “The Greek Footprint in Southern Italy /L’impronta dei Greci in Italia”.

Gli studenti del Liceo Classico sidicino in questo modo hanno avuto l’opportunità di vivere un progetto di gemellaggio molto interessante con la classe 4^ Ginnasio di Atene. L’incontro di ieri, infatti, arriva al termine di numerose lezioni e contatti avviati dalla classe 4^ Liceo Classico, in videoconferenza, con il liceo greco grazie a Ilaria Vitagliano.

L’attività ha previsto la visita alla scuola, un interessante convegno, la visita ai museo Archeologico di Teanum Sidicinum ed un pranzo di cortesia offerto dalla scuola presso la sala Ristorante dell’Alberghiero, con gli alunni greci, gli alunni del classico Foscolo e i docenti coinvolti nel progetto. In programma, nel pomeriggio, una passeggiata per Teano e l’incontro con il sindaco Giovanni Scoglio, il vice sindaco Laura Laurenza, l’assessore Maddalena Bovenzi e altri rappresentanti dell’amministrazione comunale, per un saluto. Gli studenti Ateniesi sono arrivati al Foscolo alle ore 10 e sono stati accolti in aula magna con una merenda di benvenuto e la visita della scuola. Durante la manifestazione in aula magna è stato presentato il progetto Etwinning e sono stati letti versi di Virgilio e di Omero, in lingua latina e greca.

Poi è stato presentato il documentario The Greek/theItalians, realizzato dai liceali di Teano. La presentazione della città di Teano, invece, è stata affidata agli alunni della 3^BSA Cardella Antonio, Vittoria Fumo, Maddalena Auriemma, e Rita Nuzzo guidati dalla prof.ssa Petteruti. Alle ore 13.30 la pausa pranzo nella sala ristorante dell’Alberghiero dov’erano presenti tre docenti di Atene e per il Foscolo le prof.sse Vitagliano, Boscia Paola, Faella. Da parte sua il sindaco di Teano, avv. Giovanni Scoglio ha voluto donare al liceo ospite un targa d’argento in ricordoe dei piatti artistici, illustranti lo storico incontro di Teano, tra Garibaldi e Vittorio Emanuele. Un altro aspetto comune alle due scuole è stato il ricordo di Ugo Foscolo nato a Zante nel 1778, dove ancora c’è la sua casa. La casa di Ugo Foscolo infatti è stata ricostruita nel 2016, dopo essere stata completamente rasa al suolo dal terremoto che colpì l’isola di Zante nel 1953. In questa casa il poeta nacque e passò la sua fanciullezza fino al 1785, anno in cui si trasferì con la famiglia a Spalato. Questo legame affettivo con la sua madrepatria, dove non potè più far ritorno, portò il Foscolo a scrivere nel 1803 il sonetto “A Zacinto”. All’esterno della casa oggi è presente il cenotafio del poesta con la statua dell’ “Angelo piangente”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il liceo classico di Teano si gemella con quello di Atene

CasertaNews è in caricamento