rotate-mobile
Scuola

Due studentesse del Diaz tra le finaliste del concorso internazionale sulla sostenibilità

Due finaliste e due menzioni d’onore per il liceo casertano che anche quest’anno si avvia a conquistare il prestigioso podio a Oxford

Il liceo scientifico Diaz di Casera alle finali del concorso internazionale “The Living Rainforest-Trust for Sustainable Living” - Oxford - 2024 Essay Competition. Una competizione mondiale alla quale si sono iscritti a partecipare con il loro progetti più di mille studenti, provenienti da 340 scuole diverse e 64 paesi. La prova è l’illustrazione di un’idea-progetto con un saggio di 600 parole in lingua inglese sul tema lanciato per quest’anno scolastico: “How can nature help us achieve the UN SDGs in my community?”, (Come può la natura aiutarci a raggiungere gli SDG delle Nazioni Unite nella mia comunità?) esprimendo le proprie idee in merito a come ritengono che la natura possa sostenere il raggiungimento degli SDGs nelle loro comunità.

A partire dal mese di maggio, sia il docente referente, Filomena Mone, che le alunne finaliste, Ginevra Parise, Ludovica Ferri (Classe IV D), parteciperanno ad una serie di incontri online volti alla preparazione e alla formazione degli stessi in occasione della partecipazione al final debate che si terrà il giorno 18 luglio 2024. Oltre alle alunne finaliste, Ginevra Parise, Ludovica Ferri (Classe IV D), per gli obiettivi SDGs, ovvero obiettivi di sviluppo sostenibile, vanno ricordate anche le due honourable mention assegnate a Ludovica De Negri (classe IV D) e a Ilenia Veltre (classe IV H).

La lingua inglese, lo sport, la tradizione umanistica e l’innovazione scientifico-tecnologica: tutto questo e tanto altro al Diaz che si conferma nella sua storia centenaria come una scuola che cresce, al di là di ribalte e passerelle, e sceglie di crescere nella formazione e nel successo dei propri studenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due studentesse del Diaz tra le finaliste del concorso internazionale sulla sostenibilità

CasertaNews è in caricamento