Coronavirus, lezioni a distanza per gli studenti del liceo Fermi

La preside Mincione: "Da quando è scattata l’emergenza, i nostri docenti si sono subito attivati con la didattica a distanza supportando i ragazzi sempre"

La preside Adriana Mincione

Con lo scopo di prevenire ulteriori possibilità di contagio da coronavirus, il Governo, prendendo atto della situazione che incombe sul territorio, ha disposto la chiusura delle scuole. Il liceo Fermi di Aversa però non si ferma: le attività didattiche continuano, anzi, non sono mai cessate. Il Fermi ha concesso infatti la possibilità agli studenti di poter continuare le lezioni anche da casa attraverso la piattaforma digitale Zoom.

Collegandosi ogni mattina con un codice fornito dagli insegnanti, i ragazzi seguono regolarmente l’orario scolastico in modo tale da non perdere ore di lezione e lasciare la mente in costante allenamento. La preside Adriana Mincione spiega: “In una situazione di emergenza e così delicata, il liceo Fermi non si è fermato. Ho ritenuto da subito opportuno, seguendo le disposizioni governative, supportare tutti i nostri studenti con la didattica online che, già attiva da tempo nelle classi 2.0, è stata potenziata e avviata anche per tutte le altre".

"Da quando è scattata l’emergenza, i nostri docenti si sono subito attivati con la didattica a distanza supportando i ragazzi sempre - continua la preside - Le attività sincrone sono svolte dalle 9 alle 13 secondo l’orario di lezione. Tra le attività sincrone rientrano anche discussioni e presentazioni di lavori dei ragazzi. Agli alunni non in possesso di strumentazione è stato fornito dalla scuola un pc portatile in comodato d’uso. Anche gli sportelli individuali o di gruppo sono effettuati in video chat gestita da docenti con orario potenziato o dagli alunni in peer education".

"I ragazzi rispondono molto bene all’emergenza anche perché amano tutto ciò che è smart e anche se sentono la mancanza del contatto reale, non si demoralizzano e questa loro forza si ripercuote positivamente su tutto il corpo docenti e naturalmente anche su di me, che guardo questa vicenda non solo da preside ma anche da donna e da mamma", conclude Adriana Mincione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si torna a scuola ma gli hacker paralizzano il registro elettronico

  • Tablet del ‘Giordani’ ai militari per controllare gli accessi al centro vaccinale

  • Concerto di Pasqua in streaming al “Villaggio dei Ragazzi”

  • Covid e carceri, seminario online dell'Università Vanvitelli

  • La Juvecaserta Academy va nelle scuole: accordo col liceo Manzoni

  • La pallavolo si racconta agli studenti del liceo Manzoni

Torna su
CasertaNews è in caricamento