rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Scuola

Carabinieri Forestali in cattedra dalle Suore Riparatrici

Al centro del dibattito con 160 piccoli alunni la salvaguardia dell'ambiente

Nell’ambito del progetto di rilievo nazionale denominato “contributi dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della cultura della legalità”, i Carabinieri forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale e del Reparto Biodiversità di Caserta, hanno svolto un incontro di comunicazione ambientale presso l’Istituto scolastico “Suore Riparatrici del Sacro Cuore”, scuola paritaria primaria e dell’infanzia del capoluogo.

Nel corso dell’incontro, i militari hanno illustrato le loro attività istituzionali che, oltre alle azioni di tutela del territorio, prevedono la divulgazione dell’Educazione Ambientale, rivolgendosi soprattutto alle generazioni future per infondere i valori della legalità e del rispetto dell’ambiente. Al centro del vivace dibattito con i quasi 160 giovanissimi studenti, i temi dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici, come anche la dispersione delle plastiche nei mari e negli oceani con conseguenze fatali per gli ecosistemi marini e per la sopravvivenza stessa delle specie che vi abitano, ricordando gli ormai ricorrenti casi di esemplari acquatici che muoiono per soffocamento a causa delle plastiche ingerite.

Gli studenti, con la presentazione di propri elaborati, hanno, in particolare, evidenziato come il problema dell’inquinamento ambientale è strettamente connesso al grave surriscaldamento globale ed al fenomeno della desertificazione con conseguenze irreversibili per il bene primario “acqua”, evidenziando come tale risorsa debba essere utilizzata con parsimonia, evitando gli sprechi, partendo dai piccoli gesti quotidiani. Particolarmente sentito anche il tema dei rifiuti, nell’ottica di promozione della raccolta differenziata ad incominciare dalle aule scolastiche, onde promuovere il concetto di circuito virtuoso del rifiuto favorendo il riutilizzo e riciclo, riducendo al minimo lo scarto.

Nell’occasione i Carabinieri forestali hanno allestito una piccola mostra, con l’esposizione di esemplari di fauna selvatica e di reperti, beni oggetto di confisca alla criminalità, anche di tipo organizzato, ed utilizzati nelle giornate formative come simboli della legalità ripristinata. Ai giovanissimi alunni e al personale docente sono stati donati 160 ciondoli in legno realizzati dagli operai forestali del Reparto Carabinieri Biodiversità di Caserta, rappresentativi di foglie e di piccoli alberi, a memoria della giornata trascorsa all’insegna del rispetto dell’ambiente e del patrimonio forestale, sulla conservazione delle specie animali e vegetali e sul ruolo fondamentale della biodiversità per l’equilibrio e la sopravvivenza del Pianeta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri Forestali in cattedra dalle Suore Riparatrici

CasertaNews è in caricamento