Via libera ai lavori di adeguamento sismico per l’ITAS “Scorciarini Coppola”

Prevista una molteplicità di interventi, la cui azione sinergica permetterà all’intero edificio di raggiungere un idoneo coefficiente di sicurezza sismica

Giorgio Magliocca, presidente della Provincia di Caserta

"L’ultimo scoglio è stato superato. Abbiamo ottenuto finalmente l’autorizzazione sismica dal competente ufficio del genio civile di Caserta – ha dichiarato il presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca – ed ormai nessun ostacolo più si frappone al concreto avvio dei lavori di consolidamento strutturale ed adeguamento sismico dell’immobile che ospita ITAS 'Scorciarini Coppola' di Piedimonte Matese. L’importo complessivo dei lavori è di euro 1.998.469. Una volta firmato e registrato il contratto – ha concluso Magliocca – i lavori poi inizieranno nell’arco temporale di 10,15 giorni. Mancava solo questa autorizzazione, avendo già in possesso l’autorizzazione della Soprintendenza Archeologica e Beni Architettonici, nonché il permesso di costruire del comune di Piedimonte Matese".

Gli interventi previsti sono moltreplici e permetteranno all’intero edificio di raggiungere un'idonea sicurezza sismica: saranno realizzati, infatti, lavori per il consolidamento e miglioramento statico ai fini sismici sia sulle strutture verticali sia su quelle orizzontali.

Verranno inoltre consolidati, attraverso un'opera di palificazione in calcestruzzo armato, sia il piazzale adiacente l’istituto sia le parti di fabbrica interessate da cedimento dei fondali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università: in Italia niente più ingegneri, architetti, scienziati e statisti

  • Roberto Vecchioni a Caserta ospite del liceo Manzoni

  • L’Istituto Alessio Simmaco Mazzocchi in visita al Parlamento Europeo

  • Il Diaz viaggia verso il centenario e continua a crescere

  • Riapre 'a metà' la scuola colpita dal fulmine

  • Il liceo 'Diaz' è tra i primi 38 in Italia per la sfida sulla sostenibilità

Torna su
CasertaNews è in caricamento