Toni Servillo alla Reggia di Caserta legge Goethe e rilancia la Collezione Terrae Motus

Caserta - "Sono vicino a chi vuol rilanciare questo Monumento e questa città, in bocca al lupo a Mauro Felicori". Queste le affettuose parole dell'attore casertano Toni Servillo durante l'incontro di ieri presso la Cappella Palatina della Reggia...

toniservillo

"Sono vicino a chi vuol rilanciare questo Monumento e questa città, in bocca al lupo a Mauro Felicori". Queste le affettuose parole dell'attore casertano Toni Servillo durante l'incontro di ieri presso la Cappella Palatina della Reggia di Caserta. Ospite d’eccezione in occasione della presentazione del programma di attività dell’associazione “Amici della Reggia”, fondata nel 2014 e presieduta da Paolo Provitera, l’attore e regista (nonché socio onorario dell’associazione stessa), ha voluto portare il suo saluto al pubblico, leggendo alcuni brani di sua scelta. L'attore ha letto uno scritto di Johann Wolfgang von Goethe che visitò 230 anni fa proprio la Reggia Caserta durante il celebre "Viaggio in Italia" quando incontrò il pittore vedutista di corte Jakob Philipp Hackert. Poi Servillo ha ricordato come da giovanissimo aveva frequentato la galleria di Lucio Amelio e come sia importante rilanciare la bellissima collezione Terrae Motus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l'intervento di Servillo è stato eseguito un accompagnamento musicale dei giovani talenti della musica casertana a cura dei Maestri Rosalba Vestini e Filippo Morace. L’Associazione Amici della Reggia di Caserta nasce per favorire la partecipazione attiva e responsabile di tutti coloro che credono nel valore della condivisione a sostegno di un Bene che ha rappresentato nella storia la proiezione verso il futuro, verso un’ideale di crescita culturale e sociale. Ogni uomo sulla terra ha il dovere di custodire ciò che appartiene all’Umanità. Ogni cittadino ha il dovere di sostenere e valorizzare le parti migliori del proprio contesto. La Reggia di Caserta aspetta che la partecipazione attiva di molti cittadini consolidi la sua identità, ne preservi la dignità, la renda simbolo di una collettività matura che sa collaborare con le Istituzioni, sa progettare, sa aggregare senza diventare, però, protagonista.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento