Madame Bovary protagonista alla libreria Spartaco

Gli è costato un processo per oltraggio alla morale e alla religione, da cui è stato poi assolto ricevendone fama maggiore. Gustave Flaubert (1821-1880) pubblicò il romanzo “Madame Bovary”, scandalizzando i salotti di Francia ed Europa, dapprima a puntate su una rivista e poi nel 1857 in volume. Venerdì 4 ottobre, alle ore 18, offrirà succosi spunti di dibattito e accattivanti brani da leggere, nel salotto letterario della Libreria Spartaco, in via Martucci 18, a Santa Maria Capua Vetere nell’ambito degli incontri “Matti per i classici”. Ingresso libero.

IL LIBRO

Un ufficiale sanitario, Charles Bovary, dopo aver studiato medicina durante la giovinezza, sposa una donna più grande di lui, Héloïse Dubuc, che però muore prematuramente. Rimasto vedovo, si risposa con una bella ragazza di campagna, Emma Rouault, impregnata di desideri di lusso e romanticherie. Charles viene da famiglia benestante ed è un uomo perbene, ma è anche noioso e maldestro. Egli dispensa ogni tipo di delicatezza alla giovane moglie, la quale però comincia ad avere sempre più a noia la sua monotona vita matrimoniale, molto diversa da quella che si era immaginata leggendo romanzi romantici. Emma inizia dunque ad allacciare relazioni adulterine e vive al di sopra dei suoi mezzi per sfuggire alla noia, alla banalità e alla mediocrità della vita di provincia. Fino all’epilogo tragico della sua vita.

L’AUTORE

Secondogenito di tre figli, Flaubert nasce a Rouen il 12 dicembre 1821. Inizia a scrivere sin dall'adolescenza. Nel 1836 sulla spiaggia di Trouville incontra Elise Foucault, ragazza sposata che sarà oggetto della grande e mai soddisfatta passione della vita dello scrittore; da questa esperienza trarrà ispirazione per "L'educazione sentimentale" (1843-45). Nel 1840 si iscrive a Parigi alla facoltà di Legge. Nel 1844 viene colpito dal suo primo attacco di epilessia; lascia gli studi e torna a Rouen. Qui scriverà i suoi più grandi romanzi. Ogni tanto si concede delle pause e viaggia, soprattutto in Oriente. Al ritorno da un soggiorno in Egitto, passa 53 mesi nella stesura di Madame Bovary; il viaggio in Tunisia del 1858 gli serve per la documentazione di Salambò (1862). Infine riprende il progetto de L’educazione sentimentale (1869). I suoi Tre racconti (1877) riscuotono grande successo. Il nuovo romanzo, Buovard et Pécuchet rimarrà incompiuto, ma prima di morire a Parigi nel 1880, Flaubert ha la consolazione di assistere al trionfo del suo discepolo Guy de Maupassant e di vedersi circondato dall’affetto deferente della generazione del Naturalismo, raggruppata attorno a Zola.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Lectura Dantis Sammaritana alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie

    • Gratis
    • dal 14 novembre 2019 al 13 febbraio 2020
    • Chiesa di Santa Maria delle Grazie
  • Inclusione sociale, convegno con l'ex Ministro al Banco delle Opere di Carità

    • solo domani
    • Gratis
    • 22 novembre 2019
    • Banco delle Opere di Carità
  • "Il sole e la luna insieme" di Rossella Adelini tra amore e tormento

    • solo domani
    • Gratis
    • 22 novembre 2019
    • Libreria Spartaco

I più visti

  • La Reggia apre di sera per ricordare il terremoto dell'80

    • 23 novembre 2019
    • Reggia di Caserta
  • Da Artemisia a Hackert, la Galleria Lampronti in mostra alla Reggia

    • dal 13 settembre 2019 al 13 gennaio 2020
    • Reggia di Caserta
  • Mese della Prevenzione, al via le prestazioni sanitarie gratuite

    • Gratis
    • dal 14 ottobre al 28 novembre 2019
  • Al via la settima stagione teatrale allestita dall’Associazione Orizzonti di Casapulla

    • dal 12 ottobre 2019 al 28 marzo 2020
    • Teatro comunale
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CasertaNews è in caricamento