Il caso di Rosaria Aprea a Pomeriggio 5 della D'Urso: parla l'ex compagno e la mamma della miss [Guarda Video]

Macerata Campania - Il caso di Rosaria Aprea costretta agli arresti domiciliari perché non ha rispettato un divieto del giudice di avvicinamento nei confronti dell'ex compagno Pasquale Russo approda a Pomeriggio 5, programma condotto su Canale 5...

durso aprea russo

Il caso di Rosaria Aprea costretta agli arresti domiciliari perché non ha rispettato un divieto del giudice di avvicinamento nei confronti dell'ex compagno Pasquale Russo approda a Pomeriggio 5, programma condotto su Canale 5 da Barbara D'Urso. Quest'ultimo è intervenuto nel corso di Pomeriggio 5. Il giovane ha spiegato che Rosaria Aprea non vuole che il figlio frequenti l'attuale compagna. "La sera della vigilia di Natale si è presentata a casa perché voleva ribadire che il figlio non doveva stare a tavola con la mia attuale compagna. Lei ha prima litigato con mio padre e poi è scesa in auto ed ha litigato con la mia fidanzata". Russo ha riferito che la giovane si inventa false accuse per allontanarla dal bambino anche che viene picchiata e insultata. L'uomo ha dichiarato che non vede il figlio dalla sera della vigilia di Natale. Pasquale Russo ha evidenziato che in più di una circostanza aveva esortato l'ex compagna di rispettare il divieto di avvicinamento. "Ora spero che abbia compreso quanto sia importante un provvedimento giudiziario, che non è un pezzo di carta". Successivamente è intervenuta la madre di Rosaria Aprea che ha affermato che è stato Pasquale Russo ad aggredire la figlia e che i problemi tra i due nascono da questioni economiche: in particolare ha riferito che l'ex compagno deve alla figlia 15mila euro. Russo ha replicato che ogni volta che accade qualcosa la famiglia Jessica tira fuori questioni di soldi e che sarebbe pronto a pagare se la Aprea presentasse un titolo legale che attesti il dovuto.

Per vedere la puntata di ieri clicca qui.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento