Visite al Palazzo Filangieri per le Giornate Fai d'Autunno

A Giulia Maria Crespi, scomparsa lo scorso luglio, è dedicata l’edizione 2020 delle Giornate FAI d’Autunno: mille aperture a contributo libero in 400 città in tutta Italia, organizzate per la prima volta in due fine settimana, sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre. Anche quest’anno promotori e protagonisti sono i Gruppi FAI Giovani, ideali eredi e testimoni dei valori che per tutta la vita hanno guidato la fondatrice e presidente onoraria del FAI (Fondo Ambiente Italiano): l’inesauribile curiosità, la voglia di cambiare il mondo e l’instancabile operosità per un futuro migliore per tutti. Ispirandosi a lei, i giovani del FAI, con la collaborazione delle delegazioni e degli altri gruppi di volontari della Fondazione, scenderanno in piazza per “seminare” conoscenza e consapevolezza del patrimonio di storia, arte e natura italiano e accompagneranno il pubblico, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, alla scoperta di luoghi normalmente inaccessibili, poco noti o poco valorizzati in tutte le regioni: un caleidoscopio di meraviglie nella proposta effervescente del FAI e dei suoi delegati che reagiscono con ancor più energia e impegno, positività ed entusiasmo al periodo difficile che l’Italia sta attraversando.

Sabato 17 e domenica 18 ottobre in programma visite guidate al Palazzo Filangieri de Candida Gonzaga a San Potito Sannitico. Il palazzo fu costruito sulla struttura di una villa romana di cui si conservano i cunicoli degli acquedotti, che fino a non molto tempo addietro alimentavano vasche e fontane del giardino. I proprietari e costruttori del palazzo, i Sannillo, ricchi possidenti e di notevole cultura, nell’ampliare e arredare la loro dimora si ispirarono al palazzo borbonico di Caserta. Per realizzare l’opera si servirono degli artigiani e artisti chiamati da tutta Europa a Caserta per la costruzione della reggia. Si può quindi ipotizzare una derivazione diretta dagli esempi vanvitelliani anche per la struttura della scala che dal cortile conduce al piano nobile; infatti, seppur in proporzione minore, essa ricorda lo scalone della reggia del Vanvitelli, del tipo a “forbice a doppia rampa”, con ballatoio poggiante su due colonne doriche. Il complesso costituisce un notevole esempio di casa aristocratica pluristratificata, dotata dei servizi necessaria alla vita agraria, e con decorazioni alla moda in voga presso la corte casertana agli inizi del XIX secolo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Dinosauri alla Reggia fino al 2 novembre

    • dal 20 ottobre al 2 novembre 2020
    • Parco Maria Carolina

I più visti

  • Dinosauri alla Reggia fino al 2 novembre

    • dal 20 ottobre al 2 novembre 2020
    • Parco Maria Carolina
  • Riapre il Museo di Parete con le 'Presenze Contemporanee'

    • dal 11 ottobre al 22 novembre 2020
    • Parete Art Museum
  • Il "Mitreo Film Festival" celebra la giovinezza dei suoi 20 anni

    • Gratis
    • dal 18 al 31 ottobre 2020
    • Teatro Garibaldi
  • Il Teatro di Corte della Reggia apre per 3 giorni

    • dal 22 al 24 ottobre 2020
    • Reggia di Caserta - Teatro di Corte
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    CasertaNews è in caricamento