menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101209063549_Castelfranci

20101209063549_Castelfranci

Notte dei falo': boom di visite a Castelfranci

Castelfranci - Standing ovation per la Notte dei Falò di Castelfranci. Oltre 10mila persone hanno acclamato lo spettacolo dei fuochi offerto dall'evento castellese. Una kermesse in grande stile animata da una perfomance brillante di Eugenio...

Standing ovation per la Notte dei Falò di Castelfranci. Oltre 10mila persone hanno acclamato lo spettacolo dei fuochi offerto dall'evento castellese. Una kermesse in grande stile animata da una perfomance brillante di Eugenio Bennato che ha entusiasmato il numeroso pubblico presente. "C'è un'energia straordinaria" dice in proposito il cantautore napoletano commentando il suo rapporto con l'Irpinia. "E questa caratteristica senza dubbio - continua - è un grande vanto per il Sud".
Ritmi di grande musica popolare conditi con gusto dai prelibati sapori ed odori del food&wine domestico che hanno deliziato i palati dei visitatori. Il tutto illuminato dalla luce dei bracieri che hanno colorato d'incanto le notti castellesi. "Abbiamo puntato - dice entusiasta Generoso Cresta, sindaco di Castelfranci - ad organizzare meticolosamente la manifestazione, dando ai visitatori il calore della nostra ospitalità". Accoglienza riscontrata dai camperisti che, da ogni parte d'Italia, hanno dimorato nella cittadina altirpina già da venerdì 3 dicembre per un raduno nazionale di grande portata organizzato dal Traiano Camper Club in collaborazione con l'Amministrazione comunale. "Un sentito ringraziamento - aggiunge Cresta - va al presidente di questa importante associazione, Michele Arancio, per questo sodalizio che mi auguro possa proseguire nel tempo". Un'occasione promozionale importante che proietta Castelfranci e la sua neonata rassegna già su palcoscenici turistici di grande spessore, legandosi ad un target di visitatori, quello dei camperisti e dei roulottisti, più stazionario che mira alla conoscenza approfondita dei luoghi. E mentre cala il sipario sulla prima edizione della Notte dei Falò, già si pensa alla successiva. "Il nostro obiettivo futuro - sottolinea il primo cittadino del paese altirpino - sarà quello di specializzare sempre più l'iniziativa per renderla un'incisiva leva di marketing territoriale che possa promuovere al meglio il nostro patrimonio endogeno". "Mi riferisco - prosegue - ai nostri prodotti enogastronomici di qualità ed alle nostre bellezze culturali e paesaggistiche. Un mix integrato di fattori che se valorizzati nella giusta maniera possono creare condizioni favorevoli per la nascita di attività imprenditoriali legate al filone ricettivo-alberghiero, come bad and breakfast ed agriturismo, funzionali a poter sviluppare un'economia domestica autosufficiente".Alla sua prima edizione, la kermesse vede l'organizzazione del Comune di Castelfranci in partnership con Pro loco, Informagiovani, Forum Giovanile, Misericordia, un comitato cittadino promotore e le associazioni sportive del paese. La manifestazione è la quarta tappa del "Castelfranci Wine Festival": evento iniziato lo scorso luglio, proseguito a fine agosto con la sesta edizione della festa dell'Aglianico e il 10 ottobre con la prima festa della vendemmia. Prossimo e conclusivo step, dopo la Notte dei Falò, un'iniziativa a maggio dal sapore e retrogusto enogastronomico dedicata all'olio e all'uva attraverso visite alla cantine agricole del posto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento