menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101103144138_MARAT

20101103144138_MARAT

Carlo Cerciello porta in scena 'Marat Sade - Talk Show'

Napoli - Prenderà il via, giovedì 4 novembre 2010 alle ore 21.00, con il debutto, in prima nazionale, dello spettacolo Marat Sade – Talk Show dal "Marat Sade" di Peter Weiss, nell'adattamento e la regia di Carlo Cerciello, la stagione teatrale...

Prenderà il via, giovedì 4 novembre 2010 alle ore 21.00, con il debutto, in prima nazionale, dello spettacolo Marat Sade - Talk Show dal "Marat Sade" di Peter Weiss, nell'adattamento e la regia di Carlo Cerciello, la stagione teatrale 2010/2011 del Teatro Elicantropo di Napoli, che giunge, nonostante le non poche difficoltà che ne caratterizzano il percorso artistico, al suo quindicesimo anno di attività.
Lo spazio-eventi partenopeo conferma la sua vocazione al teatro politico, d'impegno civile e sociale, rivolto al contemporaneo, all'analisi e alla denuncia delle tragedie dei nostri tempi, frutto del cinismo, della crudeltà e dell'arroganza di un potere senza storia e senza scrupoli che, proseguendo nel lucido e metodico azzeramento dei più elementari diritti dell'uomo, mina alla base i valori della convivenza civile e della solidarietà. Le attività proseguono con maggiore determinazione e con rinnovato impegno, indirizzate, come sempre, alla drammaturgia contemporanea, alla valorizzazione di giovani talenti artistici e al recupero di un rapporto diverso, più diretto e immediato con il pubblico, puntando sull'intelligenza e sulla sensibilità di coloro che non hanno ancora rinunciato alla riflessione e al sentimento. "Ringrazio i compagni di strada - sottolinea Carlo Cerciello - che, rinnovando la loro stima per il nostro piccolo spazio, daranno vita alla stagione teatrale 2010/2011. Lo scorso anno, avevo preso la decisione di non programmare altre stagioni teatrali 'a perdere', ma, la penuria di spazi vetrina per i giovani, le numerose richieste di artisti affermati, che non trovano spazi accreditati per presentare i loro lavori e la qualità alta delle proposte, mi hanno fatto recedere, ancora per quest'anno, dalle mie intenzioni".
La programmazione sarà caratterizzata dalla presenza, in cartellone, di alcune fra le più espressive novità italiane e, anche quest'anno, dalla lunga permanenza in scena di alcuni spettacoli. Per il quarto anno consecutivo l'iniziativa Ius Primae Gratis, attribuirà, alle prime trenta prenotazioni telefoniche, pervenute entro il martedì precedente al debutto degli spettacoli, il diritto ad assistere gratuitamente alla prima rappresentazione, unitamente alla tessera MACΠ50, cinquanta tessere nominative a disposizione di tutti gli studenti, per assistere, a soli 3 euro, agli spettacoli del venerdì.
La stagione teatrale sarà interamente dedicata a Josè Saramago, il Premio Nobel per la letteratura, recentemente scomparso. A partire dal mese di novembre, Teatro Elicantropo Anonima Romanzi presenterà "Jose' Saramago - L'incontro", mostra fotografica, video istallazione, letture, musiche e video dedicati all'amico Josè Saramago. Lo spettacolo inaugurale della stagione, programmato per giovedì 4 novembre 2010 alle ore 21.00 (repliche fino al 19 dicembre), sarà la nuova creazione di Carlo Cerciello, che firma l'adattamento e la regia di Marat Sade - Talk Show, dal Marat Sade di Peter Weiss. Presentato da Laboratorio Teatrale Permanente Teatro Elicantropo e Vesuvioteatro, lo spettacolo vedrà alternarsi, in scena, ben quaranta giovani attori, per una singolare 'opera' teatrale.
A dicembre, solo per due giorni, martedì 21 e mercoledì 22, il ritorno di Aida Talliente, che proporrà il suo nuovo spettacolo Sospiro d'anima. Ancora a dicembre, da martedì 28 (repliche fino al 2 gennaio) Interno 5 presenterà Due fratelli di Fausto Paravidino, con Raffaele Ausiello, Simona Di Maio, Stefano Ferraro, per la regia di Giuseppe Cerrone e Antonio Piccolo.
A inaugurare il nuovo anno, in scena dal giovedì 6 a domenica 16 gennaio 2011, sarà Teatro in fabula con Il povero Piero, liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Achille Campanile, con Raffaele Ausiello, Giuseppe Cerrone, Mario De Masi, Marco Di Prima, Stefano Ferraro, Milena Miranda, Alessandra Mirra, Antonio Piccolo, Francesca Ponzio. L'adattamento e la regia sono a cura di Aniello Mallardo.
Da giovedì 20 a domenica 23 gennaio Celesterosa e I Sacchi di sabbia, presenteranno lo spettacolo Il silenzio di Dio, un progetto di Silvio Castiglioni, anche interprete, che si avvale della drammaturgia di Andrea Nanni e la regia di Giovanni Guerrieri. Sempre a gennaio, da giovedì 27 a domenica 30, Reggatta Production e Pianoinbilico proporranno Donna Bomba di Ivana Sajko, diretto e interpretato da Chiara Tomarelli, già presente nell'ultima edizione del Fringe Festival.
Dal 3 al 13 febbraio Narramondo presenterà Ritorno a Haifa, di Ghassan Kanafani, regia Carlo Orlando, seguito, dal 17 al 20 febbraio, da 71 rose di rame, discorso sull'utopia dai personaggi e dalle parole di Fabrizio De Andrè, scritto e diretto da Riccardo De Luca e presentato da Experimenta. Ancora a febbraio, da giovedì 24 (in replica fino al 6 marzo), Architempo debutterà con Itagliani di Antonella Cilento, con Margherita Di Rauso, per la regia di Eleonora Pippo.
La programmazione proseguirà, da giovedì 10 a domenica 13 marzo, con Prima Quinta di Bari, che sarà in scena con La matematica sentimentale di e con Pierpaolo Palladino, per la regia di Cristina Aubry e, dal 17 al 20 marzo, con lo spettacolo Nu quart 'e luna, di e con i Ragazzi di Lauro, per la regia di Sandro Dionisio. Sempre a marzo, da giovedì 24 (in replica fino al 3 aprile), Medea.net in collaborazione con napoligaypress.it porterà in scena Il caso Braibanti di Massimiliano Palmese, con Raffaele Ausiello, Roberto Azzurro, Imma Villa, regia Roberto Azzurro.

Dal 7 al 17 aprile Cantieristupore presenterà Blattes scritto e diretto da Massimo Maraviglia, con Patrizia Eger, Massimo Finelli, Ettore Nigro e Bruno Tràmice e, dal 21 al 24 aprile, NIM neuroni in movimento proporrà Orphans di Dennis Kelly, con Pier Luigi Pasino, Fiorenza Pieri, Vito Saccinto, per la regia di Matteo Alfonso e Tommaso Benvenuti. Ancora ad aprile, da giovedì 28 (in replica fino al 1 maggio), il Teatrodanza di Itinerarte con Danke, performances coreografiche in omaggio a Pina Bausch, ideazione artistica di Rosario Liguoro, Elena D'Aguanno, Sabrina D'Aguanno.
La stagione teatrale si concluderà con il debutto, da giovedì 5 a domenica 8 maggio, di La stanza dei sogni possibili scritto e diretto da Pippo Cangiano, con Angela Panico, Salvatore Totaro, Antonietta del Prete, Peppino Barbato e presentato da Artisti all'Asta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento