menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101008172002_fiera

20101008172002_fiera

Casali del Carolino presenta la Fiera delle Mani dOro

Caserta - Tutto pronto alla Pro Loco "Casali del Carolino" per la Fiera delle Mani d'Oro, piccolo festival dell'artigianato, delle arti popolari, della gastronomia, dell'enologia e delle produzioni tipiche delle frazioni pedemontane casertane...

Tutto pronto alla Pro Loco "Casali del Carolino" per la Fiera delle Mani d'Oro, piccolo festival dell'artigianato, delle arti popolari, della gastronomia, dell'enologia e delle produzioni tipiche delle frazioni pedemontane casertane, organizzata quest'anno in collaborazione dell'Oratorio Anspi "San Vito".
La manifestazione, che si svolgerà sabato e domenica prossimi, 9 e 10 ottobre, ad Ercole di Caserta, in vicolo Giovanni Michitto, nella particolare cornice del piccolo borgo casertano, si presenta in questa sua quarta edizione, dopo il grande successo delle scorse tre edizioni, in una veste profondamente rinnovata con una gamma di esposizione molto più ampia, che va dall'artigianato classico a quello più moderno e rivisitato. Così, tra stand classici di cucito, ferro battuto, falegnameria e restauro, arte presepiale, arte culinaria ed enologia si fanno spazio esperienze di decoupage, pittura su vetro, oreficeria ed argenteria artigianale e monili realizzati con pasta di mais, ed anche con cemit e fimo.
Come sempre, sarà presente un ampio spazio dedicato alla cultura ed alle tradizioni popolari. In primissimo piano un importante convegno su tema di interesse locale e, contemporaneamente, di grande attualità. La domenica pomeriggio - a partire dalle 17,00 e presso la Cappella della Madonna della Libera, sempre in vicolo Giovanni Michitto - un viaggio tra "giochi, passatempi e intrattenimenti popolari" porterà grandi e piccini alla riscoperta dei giochi antichi, ma sempre divertenti, dei nonni. Esperti e personalità nell'ambito della storia locale presenteranno tre interventi legati profondamente ad un attento studio delle peculiarità e delle caratteristiche uniche della tradizione dei giochi del territorio tifatino, al di là del muto enciclopedismo ma puntando, piuttosto, alla rivalutazione del passatempo sano, fatto di esperienze, di identità e di memoria collettiva.
Con un caloroso "benvenuti ad Ercole", aprirà il convegno don Salvatore Gravina, parroco della Parrocchia di "San Vito" in Ercole di Caserta, che ci guiderà alla scoperta delle nobili origini e della storia della piccola frazione casertana, con una nota agiografica sul Santo protettore della borgata ed un excursus sulle importanti figure storiche originarie del casale. Seguirà un saluto del presidente dell'Oratorio Anspi "San Vito" di Ercole di Caserta, Filippo Moretti. Sarà, poi, la volta del prof. Marcello Natale e dell'editore dott. Giuseppe Vozza che ci faranno riscoprire l'importante ruolo del gioco organizzato e del balocco come, spessissimo, unico intrattenimento possibile, e senza età, nella società rurale. Attenzione particolare sarà rivolta anche alle filastrocche, alle cantilene ed alle favole, importante punto di contatto tra le diverse generazioni e, contemporaneamente, vero momento di travaso delle tradizioni tra nonni e nipoti e di contatto tra aree diverse. In questo senso, il prof. Antimo dell'Aquila, ci divertirà con una serie di intermezzi ludici, con lettura di alcuni racconti scherzosi tratti dalla narrativa popolare del nostro territorio. Moderatrice sarà Rosa Fusco, presidente della Pro Loco "Casali del Carolino".

Nel pomeriggio del sabato e nel primo pomeriggio della domenica, sarà, invece, la volta del gioco tradizionale "a mani in pasta" al centro della manifestazione, con le spettacolari gare del "palio d'o carulino": squadre di giovanissimi, giovani e meno giovani si daranno battaglia, tra le caratteristiche viuzze del borgo, impegnate in giochi tradizionali - "tiro â fune", tiro alla fune, "corsa 'nt' i sacchi", corsa nei sacchi, "e corsa cu 'a rota", corsa con la ruota con asticella - e prove di conoscenza delle tradizioni e del proprio territorio.
Ogni serata sarà, inoltre, allietata da musiche e balli e, per tutti i bambini, dall'animazione del gruppo di clownterapia della Cooperativa Sociale "Orione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento