menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Personaggi italiani di respiro mondiale al Premio Laltra Italia

(Baia Domizia) Una pioggia di consensi e partecipazione, per la VII Edizione del Premio Tv "L'Altra Italia – Vite da Premio", ideato e condotto da Gaetano Cerrito, in partnership con il Gruppo Denaro, affiancato dalla bravissima Gabriella Di Luzio...

(Baia Domizia) Una pioggia di consensi e partecipazione, per la VII Edizione del Premio Tv "L'Altra Italia - Vite da Premio", ideato e condotto da Gaetano Cerrito, in partnership con il Gruppo Denaro, affiancato dalla bravissima Gabriella Di Luzio e dagli intermezzi musicali del maestro Mimmo Castellano.
Tra i premiati, nomi dell'eccellenza italiana che hanno dato lustro nel mondo al nostro Paese.
Per la sezione scienza e cultura ricevono il premio "l'altra Italia - vite da premio"gli scienziati: Lucia Votano, fisica nucleare, direttore dei laboratori del Gran Sasso, la più grande struttura sotterranea del mondo, Giuseppe Remuzzi, nefrologo del Mario Negri e autore di 990 pubblicazioni, insignito del Premio Jean Hamburger, il più importante riconoscimento della nefrologia mondiale, Paolo Zamboni, direttore del Centro Malattie Vascolari dell'Università di Ferrara, autore di oltre 200 pubblicazioni e di una scoperta scientifica di grande rilievo che migliora la qualità di vita dei malati di sclerosi multipla, insignito del Premio dell'American Venous Forum e del Premio Gian Camillo Donadi, Collegio Italiano di Flebologia, Annamaria Colao, Professore ordinario di Endocrinologia e Responsabile dell'Unità Funzionale di Patologia Neuroendocrina presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Federico II di Napoli, autrice di 400 pubblicazioni, vincitrice del Premio "Fondazione Piergiorgio Chiodini" per la ricerca neuroendocrinologica e inserita dalla Via Academy nella lista dei migliori cento scienziati italiani del mondo.
Per il cinema il Premio è stato attribuito a Luciano e Sergio Martino, registi e produttori cinematografici e televisivi. Sergio è stato infatti l'unico regista italiano ad aver diretto star internazionali del calibro di Nicole Kidman e Glenn Ford, oltre ad essere uno degli autori che hanno siglato i capolavori della commedia all'italiana e l'antesignano del genere pulp, tanto da essere stato encomiato per il suo film "I corpi presentano tracce di violenza carnale" addirittura da Quentin Tarantino. Luciano, che ha fatto della poliedricità il suo stile di vita, ha prodotto film quali "Il grande attacco", con Giuliano Gemma - Henry Fonda - Helmut Berger, "L'Abbuffata", con Diego Abatantuono - Gerard Depardieu, "Sabato, domenica e venerdì" con Lino Banfi - Adriano Celentano e Michele Placido. Altra premiata illustre è stata Martine Brochard, attrice di cinema teatro e tv che la ha lavorato con i più grandi registi italiani e stranieri, riscuotendo sempre enorme successo, come testimonia la sua ultima interpretazione televisiva, "Il peccato e la vergogna".
Per la scrittura e giornalismo: Gennaro Sangiuliano, scrittore e giornalista, vicedirettore del Tg1-Rai, una tra le firme più prestigiose del giornalismo italiano.
Per la finanza: Dario Scannapieco, Vice Presidente della Banca Europea per gli Investimenti, uno dei più giovani e autorevoli esperti della finanza mondiale.
Per l'economia: Clelia Mazzoni, Professore ordinario di Economia e Gestione delle imprese presso la Sun, profonda studiosa in campo economico-finanziario nazionale.
Per la sezione fotografica: Marinella Paolini, fotografa internazionale di arte contemporanea, architettura e design che ha ritratto nelle loro case personalità come Roberto Cavalli, Michael e Eleanora Kennedy e Kerry Kennedy, figlia di Robert.
Per l'imprenditoria: Angelo Punzi, ardimentoso imprenditore in trincea che ha fatto della sua azienda di Giugliano in Campania un modello imprenditoriale nel panorama nazionale.
Per la sezione spettacolo il premio è andato a: Benedetto Capraro e Marta Faiola, campioni mondiali di danza sportiva che hanno incantato il pubblico con il fascino del loro talento, già reduci da successi internazionali e da partecipazioni televisive Rai, come quella a "Ballando con le stelle" condotta da Milly Carlucci.
Per la sezione sportiva: le giovanissime ginnaste Maria Teresa Scuotto e Federica Ruggiero, rispettivamente campionessa continentale individuale junior e Medaglia d'Argento ai Campionati mondiali di Aerobica.
Per le Isituzioni, il premio è stato assegnato ad Alfredo Mantovano, Sottosegretario al Ministero degli Interni, per il suo serrato impegno contro al criminalità organizzata, personaggio di indiscutibile valore culturale, politico umano, contraddistinto dal suo grande senso di coerenza nel tempo, fedele testimonianza per quanti hanno bisogno di credere nella politica e nelle Istituzioni.

In platea un parterre di primissimo ordine: il Prefetto di Caserta, Ezio Monaco, del Questore di Caserta Guido Longo, dell'onorevole Daniela Nugnes, dell'assessore provinciale Rosa Di Maio, i sindaci di Cellole, Antonio Lepore e di Sessa Aurunca, Luciano Di Meo.
Corollario di due grandi serate, la presenza di Gabriele Marconi, attore, imitatore, showman e grande protagonista della televisione italiana, e di Lino D'angiò, re della risata napoletana, ai quali il pubblico ha riservato standing ovation in più momenti dello spettacolo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento