menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100924055647_Adolfo3

20100924055647_Adolfo3

Commemorazione del Padre Salesiano Don Adolfo L'Arco

Caserta - Si terrà sabato prossimo 25 settembre, a partire dalle ore 16.30 presso il Teatro Don Bosco in via Roma, l'incontro organizzato dai padri Salesiani, unitamente a tutti gli Amici dell'Opera di Caserta, in memoria di Don Adolfo L'Arco, a...

Si terrà sabato prossimo 25 settembre, a partire dalle ore 16.30 presso il Teatro Don Bosco in via Roma, l'incontro organizzato dai padri Salesiani, unitamente a tutti gli Amici dell'Opera di Caserta, in memoria di Don Adolfo L'Arco, a due mesi dalla sua scomparsa.
La commemorazione ufficiale sarà tenuta dall'on. Prof. Gerardo Bianco, ex ministro dell'istruzione, al quale faranno seguito le testimonianze di personalità, amici e ex allievi del teologo salesiano che per anni ha insegnato filosofia nell'istituto casertano. Al termine dell'incontro commemorativo farà seguito la celebrazione dell'Eucaristia nell'adiacente Santuario del Cuore Immacolato di Maria.
A contorno delle celebrazioni sarà allestita un'esposizione della ricca produzione letteraria del padre salesiano, che conta oltre sessanta testi che spaziano dall'agiografia, alla filosofia e teologia.

Noto teologo salesiano, originario della piccola frazione Fontanelle di Teano, si è spento all'età di 94 anni lo scorso 25 luglio. È ricordato come uno stimato studioso e autore di testi sulla religione, attività che lo hanno portato ad essere anche protagonista della trasmissione Tempo dello Spirito, in onda nel 1973 su Rai Uno. Per molti anni è vissuto e ha insegnato storia e filosofia presso il liceo salesiano di Caserta. Attività educativa che lo ha portato a formare leve di giovani che attualmente sono tra i maggiori rappresentanti del mondo della cultura, dell'arte, delle professioni e delle istituzioni politiche della Città, della Provincia e della Regione.
Un uomo dotto, arguto e amabile, dalla chiacchierata facile, benché schivo e riservato. Questo il ricordo che hanno di Don Adolfo L'Arco i suoi ex allievi, i confratelli e le persone che nella sua ultradecennale storia lo hanno incontrato o che in qualche altro modo hanno avuto a che fare con lui. Un ricordo vivido ed affettuoso che ha fatto nascere l'esigenza ,in coloro i quali lo hanno conosciuto,di una giusta commemorazione in linea con la grandezza spirituale e umana del padre salesiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento