menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100823104246_stella

20100823104246_stella

Un campo scuola alla Stella Maris guidato spiritualmente da padre Rungi

Mondragone - Un campo scuola di ragazzi e giovani della città di Sora (Fr) è in svolgimento nella struttura delle Suore di Gesù Redentore, Istituto Stella Maris di Mondragone. Circa una trentina i ragazzi partecipanti insieme agli animatori...

Un campo scuola di ragazzi e giovani della città di Sora (Fr) è in svolgimento nella struttura delle Suore di Gesù Redentore, Istituto Stella Maris di Mondragone. Circa una trentina i ragazzi partecipanti insieme agli animatori, animatrici e collaboratrici. Quale prima responsabile del campo scuola è la signora Andreina Caschera, per molti anni istitutrice e collaboratrici dei padri passionisti di Mondragone durante le colonie estive, che si svolsero negli anni settanta-ottanta presso il Convitto San Giuseppe, ora destinato a cento per accoglienza di minori. A guidare il campo scuola da un punto di vista spirituale è padre Antonio Rungi, religioso passionista e cappellano delle Suore. Già questa mattina padre Rungi ha tenuto ai ragazzi ed animatori del campo scuola la prima riflesssione sulla parola di Dio di oggi, lunedì 23 agosto 2010. Un ricordo speciale ed una preghiera particolare è stata fatta per il sacerdote don Francesco Cassol ucciso nella Murgia barese, probabilmente da un cacciatore che lo ha confuso con un cinghiale. Per domani è previsto un altro importante appuntamento spirituale con i ragazzi e i villeggianti, oltre alla messa del mattino, ed è il Cenacolo di preghiera previsto per le ore 21.00 di martedì 24 agosto, nella chiesa delle Suore della Stella Maris. La giornata dei ragazzi si svolge tra l'istituto, la spiaggia, il mare e le escursioni sul territorio. Previsti giochi ed attività ginniche "on the beach", momenti di preghiera, attività di laboratorio e di gruppo nell'Istituto e attività ricreative inserite nell'articolato programma quotidiano. Il campo scuola iniziato domenica mattina, con arrivo dei ragazzi direttamente da Sora (Fr) si concluderà il 26 agosto in serata. Attesa anche la visita del parroco del gruppo dei ragazzi, don Donato di Sora che raggiungerà i suoi giovani fedeli nei prossimi giorni per un breve saluto. Ma la maggior parte delle attività religiose sarà assicurata ai ragazzi ed ai reponsabili da padre Antonio Rungi che già conosce il gruppo sia perchè lo scorso anno gli stessi ragazzi hanno partecipato al campo scuola 2009 e sia per la continua presenza di padre Rungi a Sora negli anni 2003-2007 nella qualità di Superiore provinciale dei Padri Passionisti del Basso Lazio e della Campania. Interessante è l'organizzazione del gruppo in autogestione presso la struttura della Stella Maris, come pure di grande significato spirituale l'animazione della liturgia della messa con la lettura della parola di Dio e della preghiera dei fedeli ad hoc, con l'impiego degli strumenti musicali come la chitarra e la fisarmonica e la partecipazione gioiosa dei ragazzi alla santa eucaristia. Anche il gruppo dei fedeli di una certa età e le suore della Stella Maris in questi giorni stanno "godendo" della presenza gioiosa, giovanile e gioviale dei ragazzi. "Dove ci sono i bambini, i ragazzi ed i giovani -ha detto padre Rungi- c'è la vita, la vitalità ed anche le celebrazionu eucaristiche si trasfomano in veri momenti di gioia e spiritualità. Avremmo bisogno della vostra presenza sempre per animare con la musica ed i canti le nostre liturgie -ha detto padre Rungi- considerato che è molto difficile oggi trovare giovani che si assumano l'impegno di portare avanti per lungo tempo il discorso dell'animazione spirituale, canora, musicale della santa messa feriale e festiva".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento