menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

12 anniversario della morte del colonnello Carmine Cal, caduto a Kabul

Eboli - Domenica 22 agosto 2010 con inizio alle ore 18.30, in piazza Calò sarà commemorato il 12° anniversario della morte del colonnello Carmine Calò, medaglia d'oro al valor militare "alla memoria".Farà gli onori di casa l'avv. Martino...

Domenica 22 agosto 2010 con inizio alle ore 18.30, in piazza Calò sarà commemorato il 12° anniversario della morte del colonnello Carmine Calò, medaglia d'oro al valor militare "alla memoria".Farà gli onori di casa l'avv. Martino Melchionda, Sindaco di Eboli.
Il saluto dell'Esercito Italiano alla vedova, Signora Maria Pepe, sarà portato dal generale di brigata Guido Landriani, vertice del Comando Militare Esercito "Campania" con sede in Napoli.
Gli onori militari saranno resi da una schierante con trombettiere della Brigata Bersaglieri "GARIBALDI" di Caserta.
Il colonnello Calò era nato a Gesualdo, in provincia di Avellino, il 7 maggio 1950.Conseguito il diploma di perito aziendale aveva abbracciato la carriera militare divenendo ufficiale dei carristi e successivamente ufficiale specialista di elicotteri.
Sposatosi, aveva eletto quale luogo di residenza del suo nucleo familiare proprio la città di Eboli.L'eccellente stato di servizio e la conoscenza delle lingue straniere, consentirono all'allora tenente colonnello Calò di partecipare a numerose ed impegnative missioni internazionali per il mantenimento della pace.A partire dalla missione in Libano negli anni ottanta, a quelle nella ex Jugoslavia come Osservatore militare della Comunità Europea e, successivamente, alle missioni quale osservatore dell'ONU in India e Pakistan.
Infine a Kabul, in Afghanistan, dove svolgeva l'incarico di Consigliere Militare del Rappresentante Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite, nell'ambito della missione "UNMSA" (United Nations Special Mission Afghanistan).

Durante questa missione in un momento particolarmente delicato per le relazioni internazionali - determinatosi a causa di atti terroristici compiuti contro alcune sedi diplomatiche - mentre effettuava una regolare attività assieme ad un collega francese a bordo di un automezzo recanti i contrassegni delle Nazioni Unite, il tenente colonnello Calò veniva mortalmente ferito, il 22 agosto 1998, in un vile attentato perpetrato da due sconosciuti che proditoriamente aprivano il fuoco contro i rappresentanti delle Nazioni Unite.
Per il comportamento tenuto nella circostanza, che lo portò sino al sacrificio supremo per il sommo bene della pace e per queste gesta, al tenente colonnello Carmine Calò gli era stata già concessa la promozione al grado di colonnello e la medaglia d'oro al valor militare "alla memoria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

Insegnante della scuola media positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento