menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festival Jovinelli, cala il sipario su un cartellone ricco di spettacoli

Caiazzo - Con la messa in scena della commedia "Se ci sei", stasera 8 agosto, calerà il sipariosulla nona edizione del Festival Jovinelli. La commedia in tre atti, scritta (insieme aCorrado Grasso) e diretta dal direttore artistico, nonché...

Con la messa in scena della commedia "Se ci sei", stasera 8 agosto, calerà il sipariosulla nona edizione del Festival Jovinelli. La commedia in tre atti, scritta (insieme aCorrado Grasso) e diretta dal direttore artistico, nonché Presidente dell'associazionePro loco, Giovanni Marcuccio, sarà presentata dalla compagnia teatrale Pro LocoCaiazzo alle ore 21.00 in piazza Giuseppe Verdi. Quest'incantevole teatro a cieloaperto ha accolto i numerosi spettatori accorsi per godersi gli spettacoli di arte variadi questo ricco cartellone. La Kermesse è iniziata all'insegna della danza con duerinomate scuole caiatine, la "Forever dance" di Costanza Pacelli e l'accademia RoyalBallet School "My dream" di Imma De Crescenzo, che hanno animato Aspettando loJovinelli, prima fase del Festival di Arte Varia. Poi, con il Festival Jovinelli, si sonosusseguite due serate a carattere nazionale di celebrazione del varietà, con MarioZamma, cabarettista e comico della compagnia del Bagaglino che ha ricevuto ilpremio Jovinelli 2010; con l'attore teatrale Lucio Caizzi e con un altro grande delSalone Margherita, Alberto Alvernini. Poi è iniziato Arrivederci Jovinelli, la fase piùricca di eventi di questa edizione. Largo spazio è stato lasciato al teatro con la messain scena di due commedie: "A bilancia e 'na Avvocato" presentata dalla compagnia IBel?vedere e "Se ci sei" presentata dalla compagnia teatrale Pro loco Caiazzo. C'èstata l'esibizione della scuola di ballo "Mary Jo dance ballet" di Maria Ciaramella, elo spettacolo musicale di Sibilla. Molto apprezzato ed applaudito lo spettacolo "IlRaccontaio", definito dalla critica come un divertentissimo e profondo racconto di ciòche le cose portano con sé. Si tratta di una fantasia italo-napoletana di poesie,filastrocche e tammurriate, dell'artista Luca Rossi, che ha coinvolto il pubblico conla sua particolare performance. Musicista, attore, poeta, autore per il teatro epercussionista specializzato nelle tecniche dei tamburi a cornice dell'area delMediterraneo, Rossi vanta prestigiose collaborazioni con esponenti della musicapopolare italiana e della musica etnica internazionale. Particolarmente gradita è statal'esibizione dell'orchestra Dominazione popolare diretta dal Maestro Guido Tazza.Questa formazione, che nasce nel 2006 dall'unione di sei Musicisti affascinati da cantie danze dell'Italia Meridionale, ha proposto canti che hanno fatto la storia del popoloe che sono giunti fino a noi tramandati oralmente grazie alla memoria dei nostriantenati. Un altro concerto che ha riscosso un notevole consenso da parte del pubblicoè stato quello eseguito dalla Kiev Chamber Orchestra; un'orchestra composta da soledonne che hanno eseguito le più celebri colonne sonore della storia del cinema. Unviaggio nella musica dei grandi film, una pioggia di note che hanno riportato allamente degli ascoltatori le immagini e le scene più famose delle operecinematografiche più conosciute ed apprezzate. Con questi spettacoli di arte varia si èvoluto rendere omaggio alla memoria dell'impresario, di origini caiatine, don PeppeJovinelli. La nona edizione si chiude con un bilancio positivo e con la soddisfazionedegli organizzatori, che già pensano alla prossima edizione, senza mai perdere di vistail loro obiettivo: elevare il Festival Jovinelli a livello di evento nazionale edinternazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento