menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100330073223_congresso

20100330073223_congresso

Un dovere ricordare Gino Lucetti, anche a Caserta

Caserta - La figura di Gino Lucetti è ai più, come tutto quello che ha fatto storia in questo paese, sconosciuta, chi era costui potrebbero domandare la maggior parte degli studenti. Lucetti è stato un anarchico italiano passato alla storia...

La figura di Gino Lucetti è ai più, come tutto quello che ha fatto storia in questo paese, sconosciuta, chi era costui potrebbero domandare la maggior parte degli studenti. Lucetti è stato un anarchico italiano passato alla storia perché l'11 settembre del 1926, sul piazzale di Porta Pia a Roma, lanciò una bomba contro l'automobile su cui viaggiava Mussolini. La bomba rimbalzò sulla macchina ed esplose a terra ferendo otto passanti, Lucetti fu colui che provò come altri ad attentare alla vita del Duce. La figura di Lucetti dalla rilettura di alcune sue lettere è ritornata al centro dell'attenzione e meriterebbe uno sguardo da tutti coloro che hanno a cuore la storia, ma anche sentimenti e amore. Sono state raccolte e pubblicate grazie anche al lavoro dell' editore Galzerano di Salerno quasi tutte le lettere dal carcere di Gino Lucetti. Sono cento, ne mancano sei conservate nell'archivio Chessa. Queste lettere commuovono e colpiscono per la profonda umanità e religiosità sociale di cui sono impregnate, si svela al pubblico la figura non di un pericoloso "attentatore" ma quella di un grande uomo, individuo sensibile e curioso, autodidatta di stile, raffinato e colto ma sopratutto contrario alla violenza, della quale si è servito solo per autodifesa pur di non sottomettersi al regime fascista, e al dispotismo del duce. La lettura di queste lettere provoca un incanto, lettere che dovrebbero essere lette e studiate dagli studenti, non solo per la loro importanza storica, se ne ricava un quadro approfondito e critico degli avvenimenti degli anni della dittatura ma anche per la considerevole umanità e "normalità" di cui sono ricche e impregnate, anche per questo invito tutti gli studenti della provincia di Caserta a non perdere questa lettura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento