menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100713061958_bobmacferrin00PHOTOStewart

20100713061958_bobmacferrin00PHOTOStewart

Nuova Opera Festival, Bobby McFerrin in concerto a San Leucio

Caserta - Nel suggestivo scenario del Complesso Monumentale di San Leucio martedì 13luglio fa tappa uno dei più grandi vocalist del mondo: Bobby McFerrin.L'artista newyorkese, il dieci volte vincitore del Grammy Award, 20 milioni di dischivenduti...

Nel suggestivo scenario del Complesso Monumentale di San Leucio martedì 13luglio fa tappa uno dei più grandi vocalist del mondo: Bobby McFerrin.
L'artista newyorkese, il dieci volte vincitore del Grammy Award, 20 milioni di dischivenduti in tutto il mondo, chiude la sessione estiva del "Nuova Opera Festival" - unprogetto di Nunzio Areni - kermesse partita il 25 giugno con "Degustacion de TitusAndronicus - La Fura dels Baus" e proseguita con le performances di Teresa Salgueiro eSolis String Quartet, Fanny Ardant e con l'Orchestra del Teatro di San Carlo "Da Paisiello a"L'idea portante del "Nuova Opera Festival" - dice Nunzio Areni - è quella ditrasformare il Belvedere di San Leucio in Teatro Permanente, attivando lungo quasi tuttol'arco dell'anno un fitto programma di iniziative tese a rendere il bene monumentale metasempre più costante di turismo culturale".
Il "Nuova Opera Festival" è un'attività sostenuta dalla regione Campania dalla misura1.10 del POR 2007 - 2013 per la valorizzazione e promozione del Complesso Monumentaledel Belvedere di San Leucio, un unicum storico/architettonico/antropologico frutto dellavolontà e del progetto di Ferdinando VI di Borbone re delle Due Sicilie di una residenzareale e, allo stesso tempo, nucleo centrale di un insediamento urbano e industriale retto dauno statuto improntato a principi illuministici di eguaglianza e solidarietà.

Robert "Bobby" McFerrin, (New York, 11 marzo 1950) è un cantantejazz statunitense. Interprete stimato nell'ambito della musica jazz, McFerrin ha visto la suafama varcare i confini degli appassionati del genere grazie al successo internazionale dellasua canzone "Don't Worry, Be Happy" (1988).Dopo un'assenza dalla scena musicale durata un paio d'anni, McFerrin ha di recente ripresola sua attività. Improvvisatore vocale, direttore d'orchestra, appassionato portavoce dellacultura musicale; Bobby McFerrin non può essere definito un semplice cantante.

Nato a New York negli anni cinquanta, da una famiglia di cantanti lirici, studia pianoforte, egià al liceo fonda il Bobby Mack Quartet. Nel 1978 inizia a cantare nel gruppo Astral projectdi New Orleans. Scoperto dal cantante Jon Hendricks, con il quale ha duettato più volte,lascia un forte segno di sé nel 1981 al Kool Jazz Festival di New York. Grazie a questosuccesso entra prima nella band del chitarrista George Benson e poi si aggrega in tournèe aHerbie Hancock. Nel 1984 incide il disco The Voice, il primo album, nella storia del jazz,per sola voce. In questo album, McFerrin sfoggia una tecnica vocale che gli permette diriprodurre all'unisono il suono di tre strumenti. Durante il suo percorso non convenzionaleegli perseguirà fedelmente il suo obiettivo di esibirsi in concerti dal vivo totalmenteimprovvisati, senza alcun materiale preparato. I suoi spettacoli sono difficilmente definibilicome semplici concerti, perché vi è sempre una reale e costante interazione con il pubblico.Nel 1988, con il brano "Don't Worry Be Happy", canzone improvvisata nello studio diregistrazione, Bobby McFerrin raggiunge il vertice in quasi tutte le classifiche pop delmondo. Dieci volte vincitore del Grammy Award e all'apice della popolarita', McFerrindecide di studiare direzione d'orchestra, prendendo lezioni da Bernstein, Meier e Ozawa.Grazie all'entusiasmo e alla gioia che da sempre caratterizzano le sue esibizioni da solista,McFerrin ottiene successo anche nell'ambito della musica classica; nel 1990 dirigel'Orchestra Sinfonica di San Francisco, nel 1994 è direttore creativo dell'Orchestra daCamera St. Paul e, nello stesso anno pubblica Paper Music, una collezione di classici cherappresenta la sua prima registrazione come direttore d'orchestra. Da allora collaborafrequentemente con le più grandi orchestre del mondo, tra cui la New York Philharmonic e iWiener Philharmoniker, che nel 2003 ha diretto nel tour europeo.
L'8 maggio 2007 si è esibito al Teatro alla Scala di Milano dirigendo la Filarmonica dellaScala. Le registrazioni di Bobby McFerrin hanno venduto venti milioni di copie, e le suecollaborazioni con Yo-Yo Ma, Chick Corea ed Herbie Hancock lo hanno reso ambasciatorenel mondo del jazz e della musica classica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento