menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tiberio riappare a Villa Jovis nello straordinaria scenografia del suo Palazzo Imperiale

Capri - E' stata una notte di straordinaria emozione quella che l'altra sera hanno vissuto i circa duecento ospiti che hanno voluto scalare la collina più alta di Capri che ha dato il nome alla contrada su cui troneggiano i ruderi di Villa Jovis...

E' stata una notte di straordinaria emozione quella che l'altra sera hanno vissuto i circa duecento ospiti che hanno voluto scalare la collina più alta di Capri che ha dato il nome alla contrada su cui troneggiano i ruderi di Villa Jovis. L'inaccessibile dimora dell'Imperatore che si ritirò a Capri per ben undici anni della sua esistenza, e da questa isola rocciosa continuò a governare e a reggere il suo Impero. E attraverso una elaborata ricostruzione della sua vita "immaginaria tra crudeltà e saggezza", si è alzato ieri sera il sipario sulla rassegna estiva Grand Tour, che è stata organizzata quest'anno dal Comune di Capri e dall'Assessorato alla Cultura, che si è affidato per la riscoperta dei luoghi del mito a colui che è stato il primo vero turista che ancora oggi con il suo mito dà lustro all'isola, suscitando l'orgoglio degli abitanti, in particolare quelli della contrada di Tiberio che si sentono suoi discendenti diretti. Un orgoglio che è trasparso ieri dalle parole dell'Assessore al Turismo del Comune di Capri Marino Lembo che ha fatto da padrone di casa, accogliendo il parterre degli ospiti, presentando loro il ricco carnet di appuntamenti estivi che è iniziato il 30 Giugno con Tiberio, la rappresentazione teatrale del regista Massimo Luconi, promossa dall'Associazione Culturale Antemussa. Un ricostruzione della vita immaginaria di Tiberio, emozionante fra il reale ed il fantastico che si è avvalsa della straordinaria scenografia di Villa Jovis, affidata ad una mirabile interpretazione di Graziano Piazza, Fernando Maraghini e Monica Demuru con il violino di Annamaria Bianconi. "La riscoperta dei luoghi romantici dell'isola, tema che abbiamo voluto dare alla rassegna di quest'anno" dice l'Assessore Marino Lembo "va nella direzione giusta di riportare queste location alla loro dimensione naturale e farle conoscere in particolare a quelle fasce di frequentatori colti, riaffermando quel binomio che abbiamo voluto lanciare, che è turismo e cultura". E iniziando da Villa Jovis a Tiberio, la rassegna si svolgerà in altre località di straordinario impatto naturale, quale la piazzetta di Tragara, i Giardini di Augusto, i Giardini della Flora Caprense, Villa Lysis, il Museo Cerio, la Chiesa del SS Salvatore e la Certosa di San Giacomo. E proprio la Certosa di San Giacomo" ha annunziato con orgoglio l'Assessore alla Cultura "nel mese di Luglio sarà al centro di una serie di manifestazioni di livello dallo spettacolo della Scuola l'Isola Danza, ai concerti di musica classica del maestro Cussino e dell'Orchestra del San Carlo alla serata di musica leggera di Antonella Ruggiero. Mentre invece la Chiesa del SS Salvatore vedrà protagonista Claudia Koll con La Fuggitiva. E per gli itinerari nei luoghi del mito, a cura dell'Associazione Ambientalista Pro-Natura, si potrà andare alla scoperta dei sentieri di Capri." Solo alcune dei tanti eventi che quest'anno il Comune di Capri e l'Assessorato alla Cultura organizza a Capri per i vacanzieri habituè, ma anche per i tanti turisti che soggiornano negli alberghi e per gli stessi isolani che potranno ancor più avvicinarsi ed apprezzare le bellezze e le potenzialità della loro isola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento