menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Festival Internazionale di Musica Etnica Sentieri Mediterranei

Summonte - Sarà presentata domani mattina (venerdì 25) alle 11.30 presso la sala del Circolo della stampa di Avellino il Festival Internazionale di Musica Etnica "Sentieri Mediterranei". L'evento quest'anno festeggia la sua dodicesima edizione...

Sarà presentata domani mattina (venerdì 25) alle 11.30 presso la sala del Circolo della stampa di Avellino il Festival Internazionale di Musica Etnica "Sentieri Mediterranei". L'evento quest'anno festeggia la sua dodicesima edizione. Il festival si inserisce all'interno dei percorsi tematici della Regione Campania e nello specifico "Estate 2010: alla riscoperta del patrimonio culturale" ed è coofinanziata dai fondi Por Fesr 2007/2013 dell'Unione Europea. Si tratta di un importante appuntamento di musica, cultura e ambiente che vede protagonista per tre giorni il piccolo paesino ai piedi del Partenio. Il programma della kermesse sarà reso noto domani mattina nel corso della conferenza stampa, e si preannuncia di tutto rispetto. Nel corso della conferenza stampa di domattina sarà inoltre reso noto alla stampa il programma della campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale "Sentiero vitale" promossa dall'Arcss (Agenzia regionale per la sicurezza stradale) in collaborazione con l'Aci Napoli che già dallo scorso anno è parte integrante del festival internazionale di musica etnica.
Il festival internazionale di musica etnica "Sentieri Mediterranei" festeggia quest'anno la sua dodicesima edizione e rappresenta ormai un punto di riferimento nell'ambito della musica etnica internazionale. Si può senza dubbio definire una delle più ricche e interessanti manifestazioni di musica popolare in Italia. L'intuizione di dodici anni fa ha dato ragione a chi ha fortemente voluto questo evento e a quanti hanno lavorato duro per realizzarlo. Il bilancio dei primi dodici anni ha senza dubbio un segno positivo: una sfida vinta! Voglio ringraziare per questo quanti hanno collaborato alla costruzione del successo di questo festival offrendo il loro contributo, e a tutti i cittadini di Summonte, tutti quelli che con sacrificio hanno reso la kermesse e quindi il paese, un punto di riferimento nel panorama degli eventi musicali di qualità. Un obiettivo che non avremmo potuto raggiungere senza il prezioso contributo del direttore artistico Enzo Avitabile, straordinaria personalità della musica internazionale, ma anche Eugenio Bennato, Nunzio Areni e Peppe Barra che hanno diretto il festival nei primi anni di vita. Grandi nomi e grandi numeri nel bilancio delle precedenti edizioni hanno consolidato ed ampliato la formula della rassegna che propone il connubio vincente tra turismo, cultura e ambiente, tanto che oggi possiamo dire che "Sentieri Mediterranei" è molto più di un festival musicale. In questi dieci anni ha acquisito importanza l'elaborazione di una proposta progettuale capace di favorire la discussione, lo scambio di conoscenze, la creazione di relazioni tra i paesi partecipanti, per arrivare a costruire una rete stabile di partner nell'area mediterranea. Questo progetto intende far conoscere e diffondere stili di vita e culture differenti nella cornice del Mediterraneo, tema quanto mai attuale oggi. È attraverso la musica, e non solo, che "Sentieri Mediterranei" ha offerto il suo personale contributo all'integrazione tra popoli diversi e l'avvicinamento del pubblico italiano a culture extraeuropee, tramite la conoscenza e la diffusione del loro patrimonio musicale tradizionale. Una mission che "Sentieri Mediterranei" ha centrato anche quest'anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento