menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cairano 7x - Paesi/paesaggi/paesologia, festa del silenzio e della luce

Cairano - Non è un festival. Non è un evento. Non è un'adunata di specialisti. "Cairano 7x - Paesi/paesaggi/paesologia" è una festa del silenzio e della luce, un cantiere delle arti e del buon vivere. Artisti, architetti, artigiani, poeti...

Non è un festival. Non è un evento. Non è un'adunata di specialisti. "Cairano 7x - Paesi/paesaggi/paesologia" è una festa del silenzio e della luce, un cantiere delle arti e del buon vivere. Artisti, architetti, artigiani, poeti, musicisti, teatranti, registi, gastronauti, pensatori, contadini, nullafacenti, tutti insieme a intrecciare fili di un nuovo modo di abitare i luoghi considerati più sperduti e affranti. (F. Arminio)Prenderà il via domani la seconda edizione di Cairano 7x (www.cairano7x.it), progetto ideato e finanziato da Franco Dragone, direttore teatrale di fama internazionale, cairanese di nascita e belga d'adozione, il cui nome è da oltre vent'anni legato al Cirque du Soleil. Cairano 7x è un progetto che diventa realtà grazie agli sforzi della Comunità Provvisoria (con la direzione artistica affidata allo scrittore e paesologo Franco Arminio), del Comune e della Pro loco di Cairano, dell'associazione Amici della Terra, dell'Ente provinciale per il Turismo di Avellino. Tra i partner dell'iniziativa, patrocinata dall'Amministrazione provinciale di Avellino, anche Anab - Architettura naturale e Slow Food (condotta Alta Irpinia). Cibi e cucina sono a cura dell'associazione Mesali - Transumanza enogastronomica in Irpinia.
La prima giornata di Cairano 7x è dedicata al pensiero meridiano. A Cairano arriva Franco Cassano. Docente di Sociologia della conoscenza all'Università di Bari, è stato intellettuale di punta del marxismo meridionale. Ha iniziato, negli anni Ottanta, una riflessione che, senza rinnegare quelle radici, si apriva a nuovi orizzonti. "Il pensiero meridiano" (Laterza), è l'opera che nel 1996 ha aperto il dibattito sull'autonomia del pensiero meridionale, ovvero ripensare il Mezzogiorno riconsiderando la sua identità culturale rispetto a una modernizzazione che non lo ha fatto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento