menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100614080544_cerimonia

20100614080544_cerimonia

XV Edizione del Premio Cimitile 2010

Napoli - Sabato 12 giugno ore 18,30, presso il complesso basilicale paleocristiano di Cimitile, si è svolta la Cerimonia di Inaugurazione della XV Edizione del Premio Cimitile 2010, un evento culturale considerato tra i più significativi a livello...

Sabato 12 giugno ore 18,30, presso il complesso basilicale paleocristiano di Cimitile, si è svolta la Cerimonia di Inaugurazione della XV Edizione del Premio Cimitile 2010, un evento culturale considerato tra i più significativi a livello regionale campano. Ad aprire l'evento è stata la Mostra fotografica curata da Narciso Miatto, dal tema: "Riconciliazione temporale: viaggio attraverso i luoghi dell'area nolana". È seguito alle ore 19,00 il Convegno dal titolo: "I giovani e la cultura. Il difficile passaggio generazionale della società postmoderna", durante il quale è stata presentata la migliore opera inedita di narrativa: il romanzo "Io ti ho scelto" di Rita Ruccione - Guida.
Ermanno Corsi (Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile), ha coordinato la serata con grande maestria ed inimitabile stile evidenziando, come quindici edizioni del Premio Cimitile costituiscano la storia di una manifestazione che ha consentito di coronare il sogno di autori esordienti e di quanti credono ancora nei valori della cultura trasmessi attraverso la lettura di un buon libro. Ad aprire la cerimonia è stato Felice Napolitano (Presidente della Fondazione Premio Cimitile), con un intervento incisivo e diretto sul tema centrale del Convegno, affermando che il difficile passaggio generazionale nella società postmoderna che condiziona il rapporto tra i giovani e la cultura è la sfida culturale ed educativa dei nuovi tempi. Il libro, quando si fa veicolo e strumento di promozione umana e culturale, civica e sociale, può raccogliere e trasmettere i sani valori della famiglia e della solidarietà in un mondo più a misura d'uomo e sempre meno spaventosamente "globale". È seguita la riflessione di Nunzio Provvisiero (Sindaco del comune di Cimitile), che ha richiamato l'attenzione su quanto il Premio abbia con gli anni valorizzato il territorio di Cimitile promuovendo valori che hanno innanzitutto avuto come destinatari i giovani. Elia Alaia, (Presidente dell'Associazione Obiettivo III Millennio), ha ribadito inoltre l'impegno ormai decennale dei fondatori del Premio nella promozione culturale del territorio nolano, ricordando l'entusiasmo dei primi anni di storia del premio, ricchi di sacrifici e di sogni giovanili. Sono seguiti gli interventi dell'On. Pasquale Sommese (Assessore alle Risorse Umane e ai Rapporti con gli enti locali della Regione Campania) e dell'On. Paolo Russo (Presidente XIII Commissione della Camera dei Deputati), che hanno entrambi sottolineato la forte sinergia e la grande collaborazione tra le istituzioni politiche regionali, provinciali e locali con la manifestazione, che ha consentito di promuovere il valore della cultura e dell'identità locale.
Cuore della serata è stata l'intervista a due voci condotta con straordinaria simpatia e con acuta profondità da Ermanno Corsi. Al centro dell'attenzione dei partecipanti sono stati due ospiti di eccezione: Rita Ruccione (Vincitrice della sezione inedita di narrativa Premio Cimitile) e Federico Moccia (Scrittore - Sceneggiatore - Regista). L'intervista ha presentato un inaspettato successo, considerando il trascinante entusiasmo del pubblico soprattutto in alcuni momenti della serata, quando il botta e risposta degli autori con il moderatore ha seguito quasi una dinamica teatrale di grande effetto, soprattutto per simpatia e carismatica sensibilità dei protagonisti.
Al centro il valore della lettura e la capacità di raccontare storie autentiche che diano spazio alle emozioni del mondo giovanile e alla difficoltà di poterle comunicare. Il libro è uno strumento di grande potenzialità comunicativa, capace di amplificare e di far sentire la voce spesso inascoltata dei più giovani. La serata si è chiusa con un saggio monito di Ermanno Corsi a lasciarsi coltivare dalla cultura grazie alla lettura di un buon libro.
Dopo la cerimonia, seguiranno giorni intensi di arte, cultura, archeologia, musica, letteratura, con la partecipazione di personalità politiche e culturali di rilievo. In particolare domenica 13, si svolgerà il Convegno alle ore 18,00 dal titolo: "Il potere e la libertà nel pensiero di Giordano Bruno". Lunedì 14 giugno, alle ore 17,30, avverrà la premiazione della borsa di studio "Lettura e Scrittura Creativa, la Fiaba più bella il Racconto più bello". Martedì 15 Giugno, alle ore 20,30 si svolgerà inoltre un Concerto con l'orchestra da camera, durante il quale Arnaldo Colasanti, intervistato da Ermanno Corsi, parla del suo nuovo libro: "La prima notte solo con te", Mondadori. Seguirà, il giorno mercoledì 16 giugno, ore 19.00, il Convegno, presso l'Anfiteatro Laterizio di Nola, dal titolo: "Piano strategico di valorizzazione dei Beni Culturali dell'area nolana: dal progetto alla realtà", con la partecipazione di personalità politiche e culturali.
Giornate di intensa cultura saranno quelle di giovedì 17 e venerdì 18 giugno, in cui si svolgerà un Convegno internazionale di Studi di Archeologia con l'intervento di relatori e docenti universitari, dal significativo tema: "Archeologia e storia delle migrazioni: Europa, Italia, Mediterraneo fra tarda età romana e alto medioevo".

Sabato 19, alle ore 20,30, si svolgerà infine l'attesa serata di premiazione conclusiva della manifestazione, con la consegna del famigerato "Campanile d'argento" ai vincitori del Premio Cimitile 2010: Rita Ruccione: "Io ti ho scelto" - Guida (Migliore opera inedita del genere narrativo); Maria Rita Parsi: "Alle spalle della luna" - Mondadori (Migliore opera edita di narrativa); Claudio Angelini: "Obama. Un anno di sfide" - Rizzoli (Migliore opera edita di attualità); Aldo Maria Valli: "Voi mi sarete testimoni" - Rizzoli (Migliore opera edita di saggistica); Mara Minasi: "La tomba di Callisto" (Migliore opera edita sull'arte paleocristiana in Italia); Premio Giornalismo "A. Ravel" a Roberto Giacobbo (Giornalista RAI); Premio Speciale a Claudio Gubitosi (Fondatore e Direttore Artistico di Giffoni Film Festival).
Non mancherà la partecipazione di personalità del mondo televisivo, culturale e letterario nazionale. La kermesse, anche se con nuove emozioni, rinnova l'impegno di sempre, che ne ha contraddistinto le radici e il successo: promuovere la lettura del Libro e valorizzare gli autori già affermati nel panorama contemporaneo, insieme agli autori emergenti, accanto a tutti quei valori umani di solidarietà, di cittadinanza democratica e civile, di fratellanza e di tolleranza immediatamente veicolati dal libro e da chi crede che questo possa essere un insostituibile mezzo di promozione culturale universale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento