menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100424201710_fiera

20100424201710_fiera

Apre i battenti la 33esima edizione della Fiera Campionaria di Venticano

Venticano - La 33esima edizione della Fiera Campionaria di Venticano apre i battenti e fa già segnare un primo traguardo: un folto pubblico e un gran numero di autorità civili, religiose e militari ha seguito la giornata inaugurale dell'evento...

La 33esima edizione della Fiera Campionaria di Venticano apre i battenti e fa già segnare un primo traguardo: un folto pubblico e un gran numero di autorità civili, religiose e militari ha seguito la giornata inaugurale dell'evento promosso dalla Pro Loco Venticanese con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Campania, della Provincia di Avellino, del Comune di Venticano, dell'Ente provinciale per il Turismo di Avellino e dell'Unpli, e con il contributo della Banca di Credito Cooperativo Irpina, dell'Air, dell'Asi e dell'Università Telematica "Giustino Fortunato" di Benevento.
La giornata si è aperta con la deposizione della corona in onore dei caduti di guerra e con l'esibizione degli sbandieratori e delle Majorettes di "Ruvo di Puglia", che hanno animato la sfilata fino all'ingresso della Campionaria, dove si è tenuto il tradizionale taglio del nastro con il brindisi augurale e, a seguire, l'intervento delle autorità e la benedizione da parte del parroco Don Armando Zampetti.
Presenti per l'occasione, oltre naturalmente al presidente della Pro loco di Venticano, Nicola Marano, e al Sindaco di Venticano Luigi De Nisco, il presidente della Provincia Cosimo Sibilia, l'on. Marco Pugliese, il Capo di Gabinetto del Prefetto di Avellino Silvana Tizzano, il consigliere regionale Pietro Foglia, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Mario Imparato, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Mirabella Eclano, Capitano Iannucci, i sindaci di Mirabella Eclano, Pietradefusi e Torre le Nocelle, il direttore dello Stapa Cepica di Avellino, Alfonso Tartaglia, il presidente provinciale dell'Unpli Giuseppe Silvestri e numerosi rappresentanti di associazioni di categoria.
"La Campionaria di Venticano - ha affermato il presidente della Pro loco Venticanese, Nicola Marano - rappresenta una vetrina ed un punto di riferimento per l'economia di tutto il Mezzogiorno d'Italia e per i tanti settori merceologici che in questa fiera sono rappresentati. Un evento che continua a distinguersi per le tante idee innovative proposte, in grado di far incontrare imprese, istituzioni, volontariato. Attraverso questa importante iniziativa, considerata ormai manifestazione di punta del Sud Italia, si riesce realmente a valorizzare le numerose realtà produttive presenti e a sostenere le tante piccole e medie imprese del territorio".
"Sono particolarmente orgoglioso - ha affermato il Sindaco di Venticano, Luigi De Nisco - di poter aprire per la prima volta da primo cittadino questa fiera. In questi 33 anni ho contribuito, insieme a tanti altri, all'organizzazione di un evento in grado di superare ogni anno il record raggiunto nell'edizione precedente, sia in termini di espositori che di partecipazione di pubblico. E' però ancora necessario il contributo di tutti, a partire dalle istituzioni, affinché la fiera possa ancora crescere, soprattutto attraverso all'ultimazione dell'area fieristica".

La Fiera Campionaria di Venticano resterà aperta fino al 2 maggio osservando i seguenti orari: domani (25 maggio) dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 21.00, da lunedì 26 fino a giovedì 29 aprile dalle ore 15.00 alle ore 21.00, il 30 aprile, l'1 e il 2 maggio dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 21.00.
Quasi trecento le aziende presenti provenienti da tutta Italia, racchiuse in ben 26mila metri quadrati di esposizione di cui ottomila al coperto: dagli artigiani della pietra fino all'energia alternativa, passando per infissi, lavorazione del mobile, prodotti tipici, lavorazione della pelle con un apposito padiglione di 300 metri quadrati, elettrodomestici, edilizia ed un padiglione interamente dedicato al settore commerciale. Un altro spazio sarà dedicato all'arredo giardino, ai mezzi agricoli, al settore riscaldamento e auto/moto, rappresentando di fatto svariati settori dell'economia nazionale ed un importante momento di valorizzazione dei prodotti dell'artigianato e dell'agricoltura, nonché della piccola e media industria dell'entroterra campano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento