menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Convegno diocesano sulle sfide educative per laici e presbiteri

Sessa Aurunca - "Laici e presbiteri: una sfida formativa", è questo il tema del convegno diocesano che inizia domani, 20 aprile e si concluderà il 22 aprile 2010. L'importante assise, presieduta dal Vescovo, monsignor Antonio Napoletano, si...

"Laici e presbiteri: una sfida formativa", è questo il tema del convegno diocesano che inizia domani, 20 aprile e si concluderà il 22 aprile 2010. L'importante assise, presieduta dal Vescovo, monsignor Antonio Napoletano, si svolgerà presso l'Auditorium del Centro Diocesano SS.Casto e Secondino a Sessa Aurunca, con inizio alle ore 18.00. "In una crisi generalizzata -afferma padre Antonio Rungi, docente di pedagogia- riappropriarsi del ruolo di educatori alla luce del messaggio cristiano è il primo fondamentale dovere per genitori, sacerdoti e religiosi. La delega ad altre incontrollate agenzie educative come sono i media e soprattutto internet, mette seriamente a rischio una sana ed equilibrata formazione iniziale e permanente dei nostri giovani. Bisogna -afferma padre Rungi- fare ogni sforzo in questo ambito ed investire le migliori energie di mente, cuore e professionali per supportare l'azioone educativa nella famiglia, nella scuola, nella parrocchia e più in generale nella società. Certi comportamenti devianti derivano, in parte, anche da una errata educazione in famiglia e nelle istituzioni deputate alla formazione". Al Convegno vi parteciperanno i laici, i religiosi, presbiteri e quanti sono impegnati, a vario titolo, nella formazione e nell'educazione, come i docenti, i genitori e profili professionali diversificati. Interverranno con specifiche relazioni Franco Appi (I contenuti e le prospettive della Charitas in veritate di Benedetto XVI) e Giuseppe Savagnone (Con un amore fliliale, rispettoso e puro, lettera pastorale di mons. Napoletano). La diocesi di Sessa Aurunca (70.00 abitanti, 42 parrocchie, 40 sacerdoti, 60 religiosi e religiose) da alcuni anni ha intrapreso una coraggiosa azione formativa a livello di ragazzi, giovani ed adulti, finalizzata alla testimonianza della fede nel mondo contemporaneo. L'azione pastorale del Vescovo Napoletano, alla guida della diocesi da 15 anni, è volta soprattutto a questo scopo. Le relazioni tra genitori e figli, tra docenti e studenti, tra datori di lavoro e lavoratori, tra responsabili della cosa pubblica e cittadini, la cultura della vita, la lotta per la giustizia e la solidarietà sono temi di grande attualità che verrano analizzati, durante il Convegno diocesano alla luce dell'insegnamento magisteriale di Papa Benedetto XVI, quale pastore della chiesa universale, e del Vescovo Antonio Napoletano, quale pastore della chiesa locale. Attesa per domani sera una vasta rappresentanza di laici, genitori, docenti, giovani, sacerdoti, religiosi e religiose, queste ultime impegnate in modo specifico nelle scuole dell'infanzia, che in diocesi sono diverse quelle dirette dagli istituti femminili di vita consacrata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento