menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100416071021_Tullio

20100416071021_Tullio

Incontro al Circolo Giglio Giovent con Tullio De Piscopo e Salvatore Tranchini

Brusciano - Tullio De Piscopo sabato 10 aprile è stato in visita all'Associazione del "Giglio della Gioventù" di Brusciano. Ad accompagnare l'artista vi lo era storico socio fondatore della "Gioventù", Antonio Di Palma, anche nelle vesti di...

Tullio De Piscopo sabato 10 aprile è stato in visita all'Associazione del "Giglio della Gioventù" di Brusciano. Ad accompagnare l'artista vi lo era storico socio fondatore della "Gioventù", Antonio Di Palma, anche nelle vesti di promoter culturale istituzionale, in quanto Presidente del Consiglio Comunale di Brusciano, a favore della locale "Festa dei Gigli" dedicata a Sant'Antonio di Padova.
In breve il circolo gialloverde si è riempito di fan e curiosi, musicisti e cantanti, studenti di musica ed aspiranti artisti che a Brusciano non mancano, richiamati dalle raffiche di rullante e dalle improvvisate percussioni di De Piscopo sui piani di gioco e di arredo del punto ricreativo. Fra i presenti il Presidente e capoparanza della "Gioventù", Angelo Mocerino ed il competitore, nell'ambito festivo, suo omologo, Giuseppe Sessa del "Giglio Ortolano".
Affiancavano il grande percussionista De Piscopo, Salvatore Tranchini, Susy e Flavia Muselli legati storicamente a Brusciano dalla originaria residenza locale del compianto maestro sassofonista Mario Muselli, padre di Susy e Flavia e suocero di Salvatore che a Brusciano ad abitare con molto piacere.
Presso il Circolo "Giglio della Gioventù", fra una foto, un autografo, una testimonianza di vita d'artista, spumante e gelato artigianale offerto da Lino Pasca della "Paletta D'Oro" di Santa Maria di Capuavetere, si è avuto modo di parlare anche della nuova opera jazz "Voic'è".
E c'è una dimensione onirica nella genesi di questa opera: l'immagine di due batterie affiancate ed il defunto musicista Larry Nocella (1949-1989) che va in sogno a Tullio De Piscopo chiedendogli del comune amico e compagno di tante escursioni musicali, Salvatore Tranchini.
Nella realizzazione produttiva sono l'improvvisazione jazz ed il tempo reale, a scandire la disciplina della composizione, i cardini di questo lavoro. Il sottotitolo potrebbe essere 'Partenopea' afferma Salvatore Tranchini.

Il gruppo di artisti, a partire da De Piscopo e Tranchini, si completa con le sorelle Susy e Flavia Muselli. Susy, soprano lirico, contribuisce con un estratto della "Traviata" di Giuseppe Verdi e Flavia, voce naturale, canta "Lacrime Napulitane". E poi Francesco Nastro al piano; Giovanni Amato alla tromba; Davide Costagliola al basso; Umberto Muselli al sax tenore. In post produzione ci saranno, fra i più grandi jazzisti in Sud Italia, Pietro Condorelli e Francesco D'Errico a completare il disegno jazzistico dell'opera.
Brusciano con le residenti famiglie Fuselli Tranchini può ben dire di contribuire a questo ulteriore step in avanti del panorama musicale italiano. Lo stesso maestro Salvatore Tranchini lancia un appello "all'Amministrazione comunale ed al Sindaco Angelo Antonio Romano per la creazione di un centro studi per i giovani dove sviluppare non solo il discorso musicale ma anche quello sociale e culturale più ampio. A Brusciano vi è una bella realtà umana ed il paese permetterebbe di fare molte cose considerate le intelligenze, le capacità ed il sano tessuto sociale locale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento