menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100415063707_Tango

20100415063707_Tango

La sensualidad del Tango y Baile al Teatro Comunale

Caserta - Doppia imperdibile occasione per assistere alla rappresentazione più ambiziosa che arriva dal sud del mondo, definita dalla critica come "lo spettacolo più bello dedicato al tango che si sia visto negli ultimi decenni". È il "Tango Y...

Doppia imperdibile occasione per assistere alla rappresentazione più ambiziosa che arriva dal sud del mondo, definita dalla critica come "lo spettacolo più bello dedicato al tango che si sia visto negli ultimi decenni". È il "Tango Y Baile" dell'ANITA - Accademia Nazionale Italiana Tango Argentino, unico membro associato a livello Europeo dell'Academia Nacional de Tango di Buenos Aires che segna, venerdì 16 aprile, il penultimo appuntamento di CasertArteDanza e chiude, sabato 17 e domenica 18, la VI Stagione di Balletto al Teatro Delle Arti di Salerno, rassegne entrambe promosse dal CDTM (Circuito Campano della Danza) per la direzione artistica di Mario Crasto De Stefano.

LO SPETTACOLO Uno spettacolo che ha già affascinato le platee di tutti i teatri argentini attraverso la musica popolare, lasciando impresso nello spettatore le emozioni nostalgiche e malinconiche di una sensualità forte, violenta, intrisa di vigore interiore e di delicata intimità. Centottanta minuti di racconto danzato in cui tutti gli stili del tango si fondono in maniera perfettamente armonica. L'originalità nel ballo, nella musica e nella sceneggiatura, fungono da motore portante di uno show che ha come unico e formidabile protagonista il tango stesso. In scena la storia di un "ritmo" intramontabile, ma anche la trasposizione di tutte le emozioni contraddittorie della passione e dell'amore, della malinconia e dell'allegria tipiche del ballo Argentino. Lo spettacolo, diviso in due atti, vedrà la sorprendente esibizione del corpo di ballo composto da dieci elementi capace di esprimere, attraverso la propria eleganza e passionalità interpretativa, tutta la forza di quei movimenti che si incarnano di un amore epico che va oltre il tempo. Ad interpretare i 13 momenti danzanti, tra tanghi, milonghe e vals tra i più famosi e conosciuti, i Bailarinas: Adriano Mauriello y Lorena Ermocida, Iván Romero y Silvana Nuñez, Emiliano Alcaraz y Guadalupe García González, Walter Suquia y Ayelen Sánchez, Bruno Gibertoni y Maricel Giacomini, Patricia Grinberg, Ricardo Arauz. Accanto a loro l'incredibile voce di Matias Giovannoni e i sei musicisti dell'Orchestra Vale Tango - Lorena Ventemiglia (Primer bandoneón) Rodolfo Rodayos (Segundo bandoneón) Amadeo Ariel Espina (Primer violín) Gustavo Eiriz (Segundo violín) Rodrigo Loos (Contrabajo) e Andrés Linetzky (Piano) - tutti maestri del proprio strumento impegnati a ripercorre la storia di una "milonga portena" attraverso lo spartito della musica popolare. L'ideazione e la direzione generale è di Andrés Linetzky. LA COMPAGNIA Patrocinata dalle più alte Istituzioni Argentine in materia di Tango Argentino, quali il Governo della Città di Buenos Aires, il Ministero della Cultura Argentina e dell'Ambasciata della Repubblica Argentina, l'Anita (Accademia Nazionale Italiana Tango Argentino) nasce in Italia con lo scopo di divulgare e valorizzare la diffusione della cultura del ballo argentino, quel patrimonio artistico - musicale rappresentato dal tango - patrimonio anche italiano perché frutto quasi esclusivo di musicisti di origine italiana - che, con immutata validità, da oltre un secolo, valicando tutti i confini, ha contribuito alla integrazione di etnie che, pur con radici e tradizioni diversificate, hanno trovato in esso un comune elemento di coesione e socializzazione. Con queste premesse l'Anita intende unire gli appassionati e tutte le persone che si avvicinano per la prima volta al tango argentino, dare un'immagine univoca del genere di ballo, e, allo stesso tempo, creare un dibattito costruttivo affinché si possa contribuire alla creazione di un'unica identità che unisca gli appassionati ed evidenzi gli ideali che hanno portato l'Argentina ad essere il Paese che è oggi.


INFO UTILI Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21. Il costo dei singoli biglietti è di 20 euro (ridotto scuole di danza 15 euro) per l'appuntamento al Delle Arti. Al Comunale il costo varia dai 18 ai 10 euro. Per informazioni e prenotazioni: CDTM 081 578 79 49 - www.danzateatro.net; Teatro delle Arti 089 221807, Teatro Comunale 0823 442990.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento