menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100407065829_Annibale

20100407065829_Annibale

Presentata la mostra di Annibale Oste E Primavera a Napoli Vetrine in fiore

Napoli - "Oste ha scelto il tema della libertà, raffigurandola con degli uccelli in volo ma anche con altri trattenuti da figure umane. Emerge così il suo legame con i napoletani, che sembrano pronti a spiccare il volo ma spesso vengono come...

"Oste ha scelto il tema della libertà, raffigurandola con degli uccelli in volo ma anche con altri trattenuti da figure umane. Emerge così il suo legame con i napoletani, che sembrano pronti a spiccare il volo ma spesso vengono come trattenuti a terra". Così il critico Enzo Battarra ha illustrato oggi la mostra di Annibale Oste dal titolo "Uccellini e Uccellacci", che è stata presentata oggi alla stampa e, dall'8 al 20 aprile, costituirà, nelle sale del Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova, l'evento di punta di "E' primavera a Napoli" 2010.
L'esposizione presenta un percorso artistico del maestro napoletano che accompagnerà il visitatore tra quadri e formelle in ceramica che esprimono il tema scelto da Oste, appunto, la libertà. In primo piano gli otto grandi pannelli in resina su cui Oste fa muovere degli uccelli di alluminio: "Il titolo "Uccellini e Uccellacci" è un omaggio a Pier Paolo Pasolini e al corvo saltellante che dialogava con il personaggio interpretato da Totò nel film", spiega lo stesso Oste, che oggi non ha potuto essere presente alla conferenza stampa per motivi di salute, "ma è soprattutto alla grande libertà del corvo e di tutti gli uccelli che ho pensato. Uccelli intesi liberi di andare chissà dove ma di andare, mossi dall'aria a volte lentamente a volte in maniera impetuosa".
La mostra presenta anche una serie di dieci acquerelli preparatori per i pannelli. Ma l'arte di Oste spazia su molti materiali e a Santa Maria La Nova saranno presentati anche dei pannelli di ceramica disegnati dall'artista napoletano e realizzati nella Fornace di Cava de' Tirreni dagli artigiani della ceramica salernitani. A chiudere il percorso espositivo ci sarà poi "La Torre del Sapere", una grande libreria girevole in legno wengè sormontata da un gufo di alluminio con cui l'artista declina nel design ancora una volta il tema della libertà degli uccelli.

"E' primavera a Napoli - spiegano le organizzatrici Tiziana Gelsomino e Donatella Liguori, della Contract & Contract Group - vuole arricchire l'offerta di cultura in città portando all'attenzione dei tanti turisti attesi in città opere inedite di uno dei nomi storici dell'arte napoletana. La nostra attenzione al design nasce anche per anticipare e introdurre da Napoli il Fuori Salone di Milano". Arte e design, quindi, ma anche moda grazie ad una esposizione collaterale di realizzazioni della Pellicceria Antonelli, azienda napoletana che realizza capi per le grandi case internazioni dell'haute couture. Gli organizzatori, infine, dopo il connubio con l'ospedale Santobono-Pausilipon lanciato nel Natale 2009 in occasione di "Percorsi di Luce", anche per la primavera lanciano un progetto di solidarietà, legando "E' primavera a Napoli" all'Ailn, Associazione italiana per la lotta al neuroblastoma. "Una partnership per noi molto preziosa - ha spiegato Filippo Leonardo, direttore dell'Ailn - per dare visibilità a centri di eccellenza nel campo della ricerca e della cura del neuroblastoma che sono in Campania come il Ceinge e il Santobono-Pausilipon".
"E' primavera a Napoli" gode del patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Napoli, della I Municipalità del Comune di Napoli e del'ordine degli architetti di Napoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento