menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Suore della Stella Maris organizzano la festa delle donne

Mondragone - Una festa soprattutto spirituale con dono delle mimose ed un testo augurale scritto dalla Madre Superiora, Suor Maria Paola Leone, a tutte le donne della città per festeggiare le donne. La cerimonia è prevista domenica 7 marzo a...

Una festa soprattutto spirituale con dono delle mimose ed un testo augurale scritto dalla Madre Superiora, Suor Maria Paola Leone, a tutte le donne della città per festeggiare le donne. La cerimonia è prevista domenica 7 marzo a conclusione della messa festiva delle ore 8,30 del mattino, che sarà presieduta da padre Antonio Rungi, teologo morale, assistente spirituale delle suore della Stella Maris di Mondragone. Qui verrà infatti celebrata con particolare importanza la festa delle donne che "vuole essere una valida occasione -ha detto padre Rungi- per riportare al centro dell'attenzione del nostro territorio i problemi di tante donne, mamme, ragazze, giovani, anziane che non sono curate da nessuno. Festeggiare le donne è festeggiare la vita, la famiglia, il coraggio, la dedizione, il sacrificio e tutto ciò che di positivo può esprimere la nostra intelligenza e la nostra sensibilità verso le persone che più delle altre hanno cuore ed hanno coraggio. In un mondo come il nostro in cui l'indifferenza e la disattenzione verso i problemi delle donne, una festa promossa dalle Suore ha un doppio valore e significato: quello di riscoprire il genio femminile, come affermava Giovanni Paolo II, nella nostra cultura e nei nostri ambienti di vita e quello di essere vicino a chi soffre nella vita". La cermonia a conclusione della messa officiata da padre Rungi prevede la benedizione delle donne, delle famiglie e delle mimose che saranno consegnate dallo stesso celebrante a tutte le donne presenti e ai fedeli che parteciperanno alla celebrazione eucaristica. Da perte sua, la Superiora, Suor Paola consegnerà il messaggio augurale a tutte le donne, scritto di proprio pugno e che è incentrato sui valori morali e umani della donna. "Certamente le donne hanno un riferimento importante nella loro vita ed è quella della Madonna. La festa della donna richiama la festa della Madonna. Spesso nel Vangelo Gesù si rivolge alla sua Madre e la chiama "Donna" nel senso più pieno di affetto, stima, rispetto, amore verso la sua genetrice, ma anche per la sua dignità di persona. Sull'esempio di Cristo -conclude padre Rungi- rispettiamo le nostre sorelle, madri, amiche, conoscenti, colleghe di lavoro ed anche le donne che sono di altre culture e vivono sul nostro territorio. La festa delle donne è anche la loro festa. Sarebbe un miracolo poter vedere le donne tolte dalla strada, al di fuori dei circuiti della prostituzione o sfruttate per il lavoro, sottopagate e frequentemente umiliate nella loro dignità, violentate dagli stessi loro connazionali. Noi vogliamo fare della festa della donna la festa del riscatto di ogni donna e di tutte le donne, senza eccezione o discriminazioni. Ben gradita quindi l'iniziativa delle Suore di Gesù Redentore della Stella Maris di festeggiare le donne, domenica prossima, durante un momento di preghiera e di fraternità vera". Da parte loro le Suore ricorderanno la festa della donna con un ritiro spirituale per l'intera giornata di domenica, 7 marzo, che si terrà alla Stella Maris di Mondragone e sarà guidato dal teologo morale campano, padre Antonio Rungi. Al centro delle riflessioni e delle meditazioni: i voti di povertà, castità ed obbedienza. Parteciperanno al ritiro le Suore di varie comunità religiose della Regione Campania e del Lazio appertenenti alla Congregazione delle Suore di Gesù Redentore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento