menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100225065406_nino

20100225065406_nino

Al Gesualdo protagonisti Nino D'Angelo e Maria Nazionale

Avellino - Domenica 28 febbraio, alle 18,30 per gli abbonati di Turno B, e lunedì primo marzo, alle 21, per gli abbonati di Turno A al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino protagonista la grande tradizione della sceneggiata napoletana. In scena gli...

Domenica 28 febbraio, alle 18,30 per gli abbonati di Turno B, e lunedì primo marzo, alle 21, per gli abbonati di Turno A al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino protagonista la grande tradizione della sceneggiata napoletana. In scena gli applauditissimi Nino D'Angelo e Maria Nazionale. Uno spettacolo da non perdere inserito nel cartellone "Tradizione e comici" del Massimo irpino.Ritorna la sceneggiata, meglio conosciuta come sceneggiata napoletana, un genere di rappresentazione popolare, che alterna il canto con la recitazione e il melologo drammatico, nato e sviluppatosi a Napoli particolarmente tra gli anni '20 e gli anni '40 del Novecento.
Rivisitata da Nino D'Angelo, anche con le sue melodie, la sceneggiata assume, seppur con toni nostalgici e originali al tempo stesso, una chiave moderna dove, già dalla scena di una Napoli perbene e semplice, lo spettatore entra in un àmbito familiare di valori e tradizioni mai perdute.
Il tradimento, inteso più come rottura di valori che come amore passionale, andrà a sconvolgere le vite dei partecipanti della famiglia, creando un alone di sofferenza e vergogna per la perdita dell'unione familiare.
Questa è la nuova Napoli, la Napoli che, seppur all'interno della sceneggiata, resta ancorata ai valori di rispetto e di non violenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento