menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100125061357_idroscalo93

20100125061357_idroscalo93

Teatri della Legalit: in scena 'Idroscalo 93 Morte di Pier Paolo Pasolini'

Castellammare di Stabia - Un omaggio al genio di Pier Paolo Pasolini ed una storia di riscatto sociale è quanto propongono i nuovi appuntamenti dei Teatri della Legalità. Firmati da Mario Gelardi e Armando Punzo, in scena ci sono 'Idroscalo 93 –...

Un omaggio al genio di Pier Paolo Pasolini ed una storia di riscatto sociale è quanto propongono i nuovi appuntamenti dei Teatri della Legalità. Firmati da Mario Gelardi e Armando Punzo, in scena ci sono 'Idroscalo 93 - Morte di Pier Paolo Pasolini' e 'Il libro della vita - la storia di Alì' che debuttano entrambi mercoledì 27 gennaio nell'ambito della rassegna napoletana per le nuove generazioni, in corso di svolgimento in 22 città della Campania.All'istituto "Francesco Severi" di Castellammare di Stabia (Napoli), alle ore 11, Decimo Pianeta presenta 'Idroscalo 93 - Morte di Pier Paolo Pasolini', uno spettacolo scritto da Mario Gelardi per l'interpretazione di Giuseppe Gaudino e Ivan Castiglione (che ne firma anche la regia). La messinscena, nata nel 2003 per il progetto 'Petrolio' diretto da Mario Martone, muove dalle tragiche e, per molti aspetti ancora irrisolte, circostanze della morte di Pasolini, avvenuta a Roma il 2 novembre 1975. Il ritrovamento del suo cadavere presso l'idroscalo di Ostia, cui fa riferimento il titolo, rappresenta il punto di partenza dell'allestimento che fonde narrazione e cronaca ed impegna gli attori Ivan Castiglione e Giuseppe Gaudino. In scena sintetizzano lo spirito dell'artista di fama internazionale, protagonista indiscusso del panorama culturale contemporaneo e del 'ragazzo di borgata', caratterizzato da un atteggiamento ora impacciato ora spavaldo. "Lo spettacolo - si legge in una nota - propone al giovane pubblico un percorso nel pensiero e nell'animo di uno dei maggiori intellettuali del Novecento, combinando e sovrapponendo frammenti poetici alla cruda cronaca giudiziaria conseguente la sua morte". In replica a Caserta (Teatro Ariston di Mondragone, giovedì 28) e Napoli tra i comuni di Castellammare di Stabia (Stabia Hall, lunedì 1 febbraio) e Marano (Teatro Siani, martedì 2). Sempre mercoledì 27 gennaio, alle ore 20,30 al Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore va in scena 'Il libro della vita - la storia di Alì' di Armando Punzo e Mimoun El Barouni per la regia di Armando Punzo. L'autore e regista porta in scena a Napoli lo spettacolo prodotto dalla Compagnia della Fortezza e realizzato in collaborazione con il Centro Carte Blanche e il carcere di Volterra. L'allestimento traduce per il teatro la storia di Mimoun El Barouni, attore, di etnia berbera, della compagnia fondata da Punzo nel 1988. A restituire una vicenda dura, sospesa tra luci ed ombre, è l'interprete nordafricano Jamel Bin Salah Soltani che ripercorre la singolare parabola professionale e umana di El Baroni. "Il libro della vita - commenta l'autore e regista - scommette sulla possibilità di portare in scena, attraverso una testimonianza diretta, temi di drammatica attualità come l'immigrazione clandestina e la detenzione. Condizioni dure e dolorose che solo uno strumento dalle straordinarie potenzialità come il teatro può riuscire a sconfiggere". Teatri della Legalità è un progetto promosso dall'Assessorato al Lavoro, Formazione e Lavoro della Regione Campania nell'ambito di Scuole Aperte per la direzione artistica di Mario Gelardi ed il coordinamento organizzativo di Luigi Marsano de I Teatrini. Lo spettacolo replica anche giovedì 28, alle ore 11. Tutte le rappresentazioni sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a sedere. Info: 081 0330619; www.teatridellalegalita.it e www.iteatrini.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento