menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presentto a Palazzo Mazziotti Il treno della Memoria

Caiazzo - "Il passato ci aiuta ad affrontare il presente e ad evitare di ripetere degli stessi errori". Questo il concetto ribadito più volte nel teatrino di Palazzo Mazziotti di Caiazzo in occasione della presentazione del progetto "Il treno...

"Il passato ci aiuta ad affrontare il presente e ad evitare di ripetere degli stessi errori". Questo il concetto ribadito più volte nel teatrino di Palazzo Mazziotti di Caiazzo in occasione della presentazione del progetto "Il treno della Memoria" la cui organizzazione è affidata all'associazione "Libera" in collaborazione con "Terra del Fuoco". Un'iniziativa giunta alla sesta edizione che quest'anno vedrà la partecipazione di 9 ragazzi dell'istituto Isiss "Covelli" (Ada Fiorito, Angela Giorgio, Francesco Mastroianni, Francesco Grasso, Gianluigi Coppola, Angelo Signore, Margherita Riccio, Ferdinando Zullo, Ida Conte) accompagnati dall'insegnante responsabile del progetto Angela Luisa Mone i quali, insieme a colleghi dell'istituto tecnico "Ferraris" di Marcianise, rappresenteranno a Cracovia la provincia di Caserta. "Una soddisfazione per la città di Caiazzo rappresentare Terra di Lavoro - ha detto il primo cittadino Stefano Giaquinto - Sono sicuro che per i nostri ragazzi la visita al ghetto ebraico di Cracovia e al campo di concentramento e di sterminio di Auschwitz - Birkenau sarà un'esperienza unica". "Un viaggio carico di significati - ha incalzato l'assessore alla Cultura e vicesindaco Tommaso Sgueglia - un'occasione per rendere onore agli ebrei sterminati dai nazisti a Caiazzo e per testimoniare quanto sia vivo nella città di Caiazzo il ricordo delle vittime di Monte Carmignano". "Ringraziamo l'amministrazione comunale che ha colto fin dal primo momento l'importanza di questo progetto", ha rimarcato il dirigente scolastico del Covelli Gaetano Marchesiello. Sulla stessa lunghezza d'onda anche il sindaco del vicino comune di Alvignano Angelo Di Costanzo, l'educatrice del progetto Marina De Nunzio, il presidente dell'associazione Terra del Fuoco Mediterranea Paolo Paticchio, Valerio Taglione di Libera Caserta e Paolo Miggiano dalla Fondazione Polis.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento